Villa Mirabello, la dimora toscana che potrebbe rinascere grazie a un reality

Il restauro di una splendida villa storica in Toscana avverrà grazie a un reality show: tutto pronto per "The Italian job"

Il fascino di Villa Mirabello tornerà a risplendere grazie a un reality show: è infatti stata rimessa a nuovo la struttura del XVIII secolo, in concessione per 50 anni.

Villa Mirabello è pronta a tornare al suo vecchio splendore. La splendida struttura è situata a Gabbro, nel comune di Rosignano Marittimo, che ha stretto un accordo con la società di produzione Heilman Production LLC. Il contratto siglato darà il via a un ampio progetto di valorizzazione dell’antico stabile, individuato come location ideale per “The Italian job“, una gara televisiva tra restauratori. Primo premio?L’accesso alla villa per utilizzo, mentre al produttore resta il diritto di gestione.

Villa MIrabello

Il 3 dicembre 2018, data della scadenza del bando per l’utilizzo economico di Villa Mirabello, non è giunta alcuna offerta. Ecco dunque com’è stato possibile l’affidamento alla società. Il tutto inserito in un ampio progetto di recupero e restauro dell’immobile, che potrà dunque essere nuovamente fruibile dall’intera collettività.

Il reality darà dunque un fondamentale contributo alla salvaguardia del valore culturale della villa, così come del contesto nel quale si erge. Va da sé inoltre che la trasmissione contribuirà a potenziare l’offerta turistica del territorio, portando lavoro ai residenti del comune, considerando come l’accordo preveda espressamente il coinvolgimento di imprese locali.

Villa MIrabello

Villa Mirabello è stata donata al comune nel 1984, necessitando di importanti interventi di restauro. Si tratta di una splendida villa barocca toscana a padiglione, che vanta un oratorio e un giardino pensile. La sua realizzazione risale al XVIII secolo e – inizialmente – veniva utilizzata dalla famiglia Finocchietti, solita trascorrere il periodo estivo in Toscana.

Svariati i proprietari susseguitisi nel corso dei decenni in una villa che ha mantenuto intatto il proprio fascino fino agli inizi del Novecento, grazie anche ad un’importante ristrutturazione alla fine dell’Ottocento. Da dimora di pregio a lazzaretto, per poi tramutarsi in casa colonica al termine della Seconda Guerra Mondiale.

Villa MIrabello

La villa trova inoltre spazio al cinema, con Mario Monicelli che nel 1977 la sceglie per alcune scene del suo “La Villeggiatura”, tratto dall’opera omonima di Carlo Goldoni. Il contratto stipulato è della durata di un anno: soltanto dopo il termine dei lavori per il programma televisivo si firmerà la concessione pluriennale di valorizzazione, che avrà però un limite temporale fissato a 50 anni.

Villa MIrabello

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Villa Mirabello, la dimora toscana che potrebbe rinascere grazie a un ...