Viaggi in aereo: le nuove regole europee

Viaggiare in aereo non presenta più particolari controindicazioni: ecco quali regole bisogna rispettare

Con il turismo di fronte ad un nuovo periodo di crisi (dopo la lieve ripresa durante l’estate) e i trasporti ridotti al minimo, le nuove raccomandazioni in merito ai viaggi aerei potrebbero sembrare sorprendenti. Eppure ci sono studi che dimostrano come i voli non siano più pericolosi di tante altre azioni quotidiane.

Avevamo già visto come, in base all’attuale situazione a livello europeo, l’utilizzo di strumenti di prevenzione del contagio quali la quarantena non fosse più consigliato. Ora l’ECDC (Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie) e l’EASA (Agenzia europea per la sicurezza aerea) hanno redatto le nuove linee guida per i viaggi aerei, in occasione dell’avvicinarsi del Natale e, di conseguenza, dell’esigenza sempre più sentita di spostarsi per ricongiungersi alla propria famiglia.

Disincentivare i voli – che siano essi nazionali o internazionali – non sembra avere più senso, dal momento che in tutta Europa la situazione epidemiologica è più o meno la stessa. Misure di sicurezza quali l’obbligo di quarantena in ingresso o l’esecuzione di test a tappeto per tutti i viaggiatori sarebbero giustificate se effettuate da parte di un Paese presso il quale la diffusione del Covid-19 fosse completamente sotto controllo, o se comunque ci fosse un enorme divario nel numero dei contagi rispetto allo Stato di provenienza dei passeggeri.

Le autorità dovrebbero piuttosto “Irrobustire la capacità di testare casi sospetti e di isolare le persone positive”, secondo quanto spiegato da Andrea Ammon, direttore dell’ECDC: “Per com’è la situazione oggi i casi importati contribuiscono molto poco all’andamento dell’infezione”. Anzi, diversi studi (come quello condotto dalla Harvard School of Public Health) hanno dimostrato che viaggiare in aereo è più sicuro rispetto a molte azioni che compiamo quotidianamente, come il fare la spesa.

Quali sono dunque le regole alle quali sottostare per viaggiare in tutta sicurezza, almeno sino all’arrivo di un vaccino contro il Covid? Le linee guida non raccomandano più la quarantena e l’esecuzione di test per il Coronavirus, ma rimangono in vigore le norme che abbiamo già sperimentato nel corso degli ultimi mesi: indossare sempre la mascherina, lavare le mani con frequenza e sottoporsi a isolamento fiduciario nel caso di contatti con una persona positiva o in presenza di sintomi.

Per quanto riguarda invece le compagnie aeree, il loro impegno principale consiste nell’igienizzare attentamente gli ambienti. A bordo di ciascun aereo, d’altronde, è installato un sistema di aerazione molto efficiente, in grado di garantire il ricambio d’aria ogni 2-3 minuti. A queste condizioni, viaggiare in aereo non presenta un particolare pericolo per la salute, ed è possibile tornare a spostarsi in sicurezza, ricongiungendosi ai propri affetti più cari in vista del Natale.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Viaggi in aereo: le nuove regole europee