“Sabato del Villaggio”, a spasso tra borghi e natura

Una bellissima iniziativa che conduce alla scoperta di un territorio da sogno e di sapori unici

Saranno sei i sabati d’autunno da trascorrere sui sentieri del gusto e i borghi della valle, grazie all’iniziativa intitolata il “Sabato del Villaggio”. Una vera e propria full immersion nella natura e alla scoperta dei prodotti tipici della zona.

L’appuntamento sarà a Comano, fiabesca e bellissima cittadina termale trentina situata tra il meraviglioso lago di Garda e le maestose Dolomiti di Brenta. Saranno varie le camminate da fare in compagnia di una guida nel verde di una natura Patrimonio Unesco, in un connubio perfetto tra paesaggio e sapori.

L’evento inizierà sabato 26 settembre e proseguirà per tutto il mese di ottobre. Sabati autunnali da trascorrere con uno zainetto e un paio di scarpe comode per percorrere uno dei Sentieri del Gusto che attraversano la magica valle di Comano e che conducono alla scoperta delle eccellenze prodotte da questa terra.

Inoltre, ci sarà anche una guida ad accompagnare la passeggiata e a raccontare il territorio con tutti i suoi inconfondibili sapori. Due sono i momenti gastronomici importanti: il pranzo, con i prodotti tipici a cui il sentiero è dedicato, e la merenda degustazione in un’azienda agricola.

Questa interessante iniziativa coinvolgerà tutti i sensi poiché i Sentieri del Gusto attraverseranno strade di campagna e antichi borghi rurali come San Lorenzo in Banale, Rango, Balbido, Favrio e Fiavè. Vicoli nascosti e sentieri tra i prati, fino alle porte delle aziende agricole che apriranno per l’occasione per offrire le loro produzioni. Nel dettaglio gli appuntamenti saranno i seguenti: 26 settembre e il 16 ottobre sarà il turno del Sentiero della Patata, il 3 ottobre il Sentiero del Latte, il 10 ottobre il Sentiero della Noce e il 24 ottobre e 31 ottobre (in concomitanza con la sagra omonima): il sentiero della Ciuiga.

L’elemento che li accomunerà sarà certamente l’unicità dei prodotti e la peculiarità del luogo di provenienza: il Lomaso per la patata di montagna detta Montagnina, il Banale per la Ciuìga, salame con le rape presidio Slow Food, e il Bleggio per la sua Noce, anch’essa presidio Slow Food e, ultimo nato, il percorso dedicato al latte, nella zona di Fiavè.

Insomma, non resta che organizzarsi per andare a percorrere i Sentieri del Gusto e per fare un’immersione completa nella storia e nell’habitat di un territorio Patrimonio della Biosfera Unesco.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

“Sabato del Villaggio”, a spasso tra borghi e natura