La Puglia è tra i luoghi da visitare nel 2019 secondo il NYT

Secondo il New York Times, tra le destinazioni da visitare assolutamente nel 2019 c’è anche la Puglia

Secondo il New York Times, tra le destinazioni da visitare assolutamente nel 2019 c’è anche la Puglia.
“Barocco e spiagge nel tacco d’Italia” è la definizione utilizzata dal prestigioso quotidiano americano per raccontare in poche parole cos’è la Puglia ai propri connazionali.

Un titolo che mira a esaltare la particolarità dello stile Barocco delle città pugliesi, visibile nell’inconfondibile architettura che si ritrova un po’ ovunque nella regione, ma anche la bellezza del mare che, per noi italiani è abbastanza scontato ormai, ma è una mare a cui i turisti d’oltreoceano non sono affatto abituati.
Un mare che noi, per via del colore dell’acqua e delle spiagge, siamo soliti paragonare a quello delle Maldive.

Per sintetizzare l’immagine della Puglia, poi, il NYT mostra un’immagine di Monopoli, una città che è diventata ormai una meta imperdibile in una vacanza in Puglia e una location sempre più scelta per i matrimoni di vip. Il prossimo, annunciato proprio in questi giorni, sarà quello di Federica Panicucci, che inizierà proprio da Monopoli la sua luna di miele con l’imprenditore Marco Bacini.

La “città delle cento contrade”, con uno splendido centro storico d’origine alto-medievale, Monopoli deve il suo soprannome alla divisione in contrade dell’agro: i loro toponimi rievocano antichi casali ora scomparsi, una masseria, una chiesa. Ma il NYT racconta anche delle altre bellezze della Puglia.

Sono 52 i luoghi scelti dal tabloid per il 2019. Oltre alla Puglia, suggerisce un’altra zona d’Italia da visitare: Golfo Paradiso, sulla riviera di levante della Liguria, su cui si affacciano Camogli, Recco, Bogliasco, Pieve Ligure, Sori e, appena nell’entroterra, Avegno e Uscio. Queste due perle nostrane fanno parte di una selezione a livello mondiale che vede tra le mete consigliate anche Porto Rico, Tahiti e le Azzorre.

La Puglia è tra i luoghi da visitare nel 2019 secondo il NYT