Progetto Amerino: i borghi umbri e le tradizioni culinarie

Dal borgo di Alviano ad Amelia, i luoghi più belli dell'Amerino sono pronti a farsi conoscere a partire dai propri piatti tradizionali

Promuovere il turismo dal punto di vista delle bellezze naturali, ma anche delle tradizioni e del buon cibo. È con questo scopo che nasce “Progetto Amerino”, un programma di eventi (ed intenti) promosso, appunto, dai comuni della terra dell’Amerino. Una zona umbra famosa in tutta Italia sia per i luoghi incantevoli che le eccellenze culinarie, ideale per chi vuole scoprire ed assaporare unicità con la vista ed il gusto, grazie anche ai tanti prodotti tipici della zona.

Un territorio incontaminato dove si alternano fitti boschi e montagne, colline e oliveti, oasi naturalistiche, castelli e borghi, veri gioielli architettonici tutti da scoprire. E che racchiude, in pochi chilometri, tanta bellezza, differenze e peculiarità dell’Umbria. Di questo luogo splendido fanno parte, per esempio, i comuni di Alviano, Attigliano, Avigliano Umbro, Amelia, Giove, Guardea, Lugnano in Teverina, Montecastrilli, Penna in Teverina.

Comuni che si trovano nel cuore di una delle regioni considerate tra le più belle d’Italia e che si sono uniti per valorizzare le peculiarità di ciascuno ed offrire ai turisti un’esperienza di viaggio unica che permetta di ammirare le architetture, i paesaggi, di conoscere cucina e tradizioni e di godere dell’ospitalità tipica di queste zone.

Il progetto è stato approvato dalla giunta comunale di Amelia, che è il Comune di riferimento, e si pone diversi obiettivi tra cui un marchio unico dei prodotti, lo sviluppo di un e-commerce e delle vetrine virtuali, strategie comunicative comuni per la promozione dell’Amerino, la realizzazione di un circuito di eventi su tutto il territorio. Oltre alla realizzazione di itinerari turistici integrati e dell’incentivazione dell’albergo diffuso.

Protagonista indiscusso di questo progetto è il cibo, un fil rouge che unisce le diverse tappe del viaggio che permetterà di ammirare luoghi incantevoli ed inaspettati come il borgo di Alviano, non distante dall’Oasi naturalistica protetta gestita dal WWF ed il borgo di Amelia, cinto dalle poderose mura poligonali di epoca romana e ricco di luoghi da esplorare.

Un itinerario che proseguirà per Lugnano in Teverina, con la sua splendida chiesa in stile romanico del XII secolo; Montecastrilli, borgo in cui è ancora visibile la struttura delle mura cittadine incorniciate da una serie di torri merlate e Penna di Teverina, un borghetto medievale scandito da torri e da porte e che presenta ancora la sua struttura originale.

Insomma, un vero tuffo in una zona incontaminata, nel cuore dell’Umbria, per esplorare un territorio ricco di sorprese non ancora del tutto svelate.

Progetto Amerino borghi umbri amelia

Amelia, borgo umbro nell’Amerino. Fonte: 123rf

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Progetto Amerino: i borghi umbri e le tradizioni culinarie