È ora possibile fare “Il giro del mondo in 80 giorni” (senza aereo)

Aperte le prenotazioni per un tour epico attraverso l'Europa, l'Asia centrale e il Nord America, che si terrà nel 2023

I tempi sono cambiati da quando Jules Verne mandò Phileas Fogg nel suo viaggio immaginario intorno al mondo in 80 giorni. Ma la voglia di vedere nuovi posti e di scoprire tante culture diverse è più forte che mai.

Ed è proprio in occasione del 150° anniversario della pubblicazione del celebre romanzo, che il sogno visionario dello scrittore francese potrà diventare realtà per chiunque desideri vivere questa emozionante avventura.

Undiscovered Destinations ha già aperto le prenotazioni per l’incredibile giro del mondo in 80 giorni, che si terrà nel 2023 e porterà alla scoperta di bellissime città e paesaggi mozzafiato, offrendo anche l’opportunità di incontrare tante persone ospitali lungo la strada, conoscerne storie e tradizioni.

Un tour a dir poco epico attraverso l’Europa, l’Asia centrale e il Nord America, che durerà poco meno di tre mesi. Ma a rendere l’esperienza ancora più sorprendente è il fatto che non si viaggerà in aereo. Al posto delle navi a vapore e delle mongolfiere del libro ci saranno comodi treni a lunga percorrenza, mentre gli aerei a reazione utilizzati dal protagonista del romanzo per sorvolare gli oceani verranno sostituiti con moderne navi da carico.

Il “giro del mondo in 80 giorni” inizierà e finirà a Londra e coprirà 12 Paesi: Regno Unito, Francia (solo transito), Svizzera, Austria (solo transito), Ungheria (solo transito), Ucraina, Russia, Kazakistan, Uzbekistan, Cina, USA e Canada.

Tre le tappe previste: si partirà con una spedizione su un treno panoramico dall’Europa occidentale all’Asia centrale, con fermate a Leopoli (in Ucraina) e Mosca, prima di avventurarsi nelle antiche città della Via della Seta, attraversare le steppe del Kazakistan e proseguire alla volta della Cina.

La seconda tappa sarà un’incredibile traversata di 16 giorni dell’Oceano Pacifico fino alla costa occidentale dell’America. Una volta a Los Angeles, si viaggerà sul leggendario treno Amtrak “Coast Starlight” diretti a San Francisco, e poi in Oregon e a Washington. Da lì, l’avventura continuerà in Canada, attraversando le Montagne Rocciose da Vancouver a Toronto, in un tour di quattro giorni a bordo di un treno panoramico.

Infine, l’ultima parte di questo emozionante giro del mondo in 80 giorni (senza aereo) comprenderà una traversata di otto giorni dell’Oceano Atlantico su una nave da carico fino a Liverpool, nel Regno Unito. Se, invece, vorrete tornare in Europa con stile, potrete scegliere di salire a bordo della Queen Mary 2, che vi porterà da New York a Southampton.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

È ora possibile fare “Il giro del mondo in 80 giorni” (se...