Expo, le code sono sparite

Il penultimo giorno di Expo è quello giusto per evitare file ai cancelli e visitare i padiglioni con calma

Chi l’avrebbe mai detto che proprio quando sta per finire Expo le code sarebbero sparite? Visti gli ultimi fine settimane deliranti, con la folla che si accalcava davanti agli ingressi e le ore di attesa davanti a certi padiglioni, Giappone in primis, nessuno se lo sarebbe mai aspettato. Eppure è proprio così.

Il penultimo giorno dell’Esposizione universale di Milano si è rivelato essere quello giusto per evitare file ai cancelli e visitare i padiglioni con tutta calma. Forse anche il padiglione del Giappone.

Secondo quanto riportato dal Corriere.it la mattina di venerdì 30 ottobre “i tornelli all’ingresso erano quasi vuoti. Niente serpentoni e niente calca”.

Non resta che attendere il 31 ottobre, quando, dalle 17, in poi inizieranno le cerimonie di addio e di passaggio del testimone. L’Expo 2017 si svolgerà ad Astana, nel Kazakistan.

Aprirà i battenti il 10 giugno e li chiuderà il 10 settembre, quindi durerà solo quattro mesi anziché sei. Il tema scelto dagli organizzatori è Future Energy (‘energia futura’) e toccherà i temi relativi alla produzione responsabile ed efficiente di energia e al rapporto con l’ambiente, con particolare riferimento alle energie rinnovabili.