Expo, dove mangiare spendendo poco (o niente)

I 10 migliori padiglioni dove andare a costo zero o quasi

 

Più che ‘nutrire il pianeta’, a Expo 2015 si nutrono i visitatori. E a quale prezzo! La maggior parte dei padiglioni dispone di un bar o ristorante dove far provare le specialità tipiche del Paese. Si contano all’incirca 150 locali. Molti sono piuttosto cari. Qualcuno, però, tra assaggi e degustazioni, offre la possibilità di mangiare gratis. O quasi. Ecco quali sono i padiglioni dove si mangia senza svenarsi:

1. ARGENTINA – IL RISTORANTE ARGENTINO
Asado (carne alla griglia con verdure e patate, 13 euro), empanada de carne (6 euro) e parillada mista con vitello, scamone, salsiccia, patate e verdure (20 euro, ma una porzione basta per due persone): il meglio della cucina argentina e, secondo molti visitatori, anche uno dei migliori posti dove mangiare all’Expo. I piatti vengono preparati ininterrottamente durante tutta la giornata, quindi si può mangiare in qualunque momento
Costo: tra 6 e 20 euro
Dove: Padiglione dell’Argentina (numero 60)

2. ISRAELE – ISRAEL PICNIC
Nel padiglione di Israele si possono assaggiare le specialità tipiche israeliane: hummus, Majadera con kebab di pesce e salsa allo yogurt (10 euro) o hummus con ceci e pita (5 euro), ma ci sono anche le insalate israeliane (7 euro), i falafel con salsa tahina (8 euro) e i dolci come i malabi (4 euro)
Costo: 10 euro
Dove: Padiglione di Israele (numero 90)

3. FRANCIA – LE BISTROT DU LION
Il bistrot all’interno del Padiglione francese offre assaggi della gastronomia d’oltralpe a partire dai formaggi. Vengono serviti da un furgone con tanto di cucina così che chiunque possa vedere quello che prepara lo chef
Costo: gratis
Dove: lungo il Decumano, Padiglione Francia (numero 83, vicino all’Albero della Vita)

4. OMAN – AL SABLAH
Costeggiando il Padiglione dell’Oman, in fondo all’Expo (Ingresso Est Roserio) si trova un chiosco take away con tante specialità a prezzi inferiori ai 7 euro. Si può assaggiare il cono di verdure in pastella con patate e spiedino di carne (6 euro), il panino con il kebab (7 euro)
Costo: 7 euro
Dove: Padiglione dell’Oman (numero 149)

5. TURCHIA
In fondo al Padiglione della Turchia si trova un bancone circolare su cui vengono offerti assaggi di caffè turco e di dolci tipici come il Lokum (fatto con zucchero e amido) e il Baklava (fatto di pasta fillo, miele, zucchero e pistacchi). Anche il ristorante è conveniente, con antipasti e secondi piatti, come il Parmak Kebap composto da carne di manzo a cubetti cucinata con le melanzane (8 euro).
Costo: meno di 15 euro
Dove: Padiglione della Turchia (numero 131)

6. IL CHIOSCO DI DAVIDE OLDANI
Nel chiosco aperto in Expo dal celebre chef si può assaggiare il tipico risotto alla milanese (10 euro). C’è anche un’originale variante al panettone (sempre 10 euro) e assaggi salati come i bretzel con salame, burro, limone e cuor di carciofi o il pane di riso, gorgonzola DOP e pere (8 euro)
Costo: 10 euro
Dove: ingressi Ovest Triulza e Fiorenza, di fianco al Padiglione Zero

7. CASCINA TRIULZA
Non è il padiglione di un Paese ospite, ma un’antica cascina preesistente che durante Expo alterna produttori provenienti dalle regioni d’Italia. I visitatori possono assistere all’intero processo di lavorazione, per esempio, del Grana Padano e approfittare degli assaggi gratuiti di formaggio, pane nero e biscotti artigianali
Costo: gratis
Dove: nell’area Ovest di Expo, dietro il Padiglione della Moldavia (numero 39)

8. FUTURE FOOD DISTRICT – IL SUPERMERCATO DEL FUTURO
Questo supermercato futuristico combina il classico mercato di quartiere con le più avanzate soluzioni digitali. All’interno si può fare la spesa e intanto scoprire la storia dei prodotti e leggerne le caratteristiche: prezzi, allergeni, ingredienti, provenienza, valori energetici, impatto ambientale, video, foto e altre descrizioni di dettaglio. I prezzi sono quelli del mercato
Costo: panino 3 euro, lattina di birra 0,79 euro
Dove: dietro i padiglioni di Spagna, Romania e Messico (numeri 86, 87 e 92)

9. CHIOSCO SUD AMERICANO – LOS GRANOS DE MI TIERRA
Questo chiosco propone molti piatti vegetariani e salutari. La Quinoa è l’ingrediente principale, preparata con sughi, salse naturali e insalate. Si possono prendere anche succhi, smoothie e altri prodotti a base di frutta proveniente dell’America Latina con latte di cocco, soia e mandorle
Costo: menu con insalata, bibita e caffè 8 euro
Dove: dietro il Padiglione del Qatar (numero 137)

10. PADIGLIONE SLOW FOOD – PIAZZA DELLA BIODIVERSITA’
Slow Food propone un viaggio tra vino e formaggi. Oggi settimana, a rotazione, vengono proposte quattro tipologie di assaggi. In tutto i formaggi sono 84 e i vini 200
Costo: degustazione di formaggi 8 euro, 10 con vino
Dove: in fondo al Decumano (Ingresso Est Roserio).

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Expo, dove mangiare spendendo poco (o niente)