Bologna, anche quest’anno le luminarie cantano Dalla

La centralissima Via D'Azeglio si veste a festa sulle note del celebre brano "Futura" per un messaggio di speranza

Bologna si veste a festa per celebrare, anche quest’anno, il periodo più magico dell’anno e lo fa sulle note di “Futura”, brano storico di Lucio Dalla tratto dall’album “Dalla” che, proprio nel 2020, compie quarant’anni dalla pubblicazione.

Già nel 2018 le parole del celebre cantautore bolognese avevano illuminato Via D’Azeglio con l’intramontabile “L’anno che verrà” mentre, lo scorso anno, era stato il pezzo di Cremonini “Nessuno vuole essere Robin” a incorniciare la via del centro storico.

Per queste Festività, il Comune di Bologna, la Fondazione Lucio Dalla, la Fondazione Sant’Orsola e Confcommercio Ascom Bologna hanno deciso di tornare a Dalla scegliendo un brano che rappresenta il sogno e la speranza di un nuovo inizio, un differente percorso più sereno dopo i mesi difficili che il 2020 ha portato con sé a causa della pandemia da Covid19 in Italia e nel mondo intero.

È stato l’artista Pablo Echaurren a occuparsi di scrivere il passaggio del testo intrecciando suggestive immagini alle parole per rendere ancora più magica l’atmosfera della via bolognese.

L’Assessore alla cultura Matteo Lepore ha così commentato la bellissima iniziativa: “Ritornano le luminarie d’autore in via D’Azeglio e quest’anno hanno un significato ancora più profondo degli scorsi anni. Sarà Lucio Dalla con la sua Futura a illuminare la strada nel cuore del centro di Bologna. I versi della canzone pubblicata nel 1980 sono un segno di speranza, una luce che illumina il domani. Ringrazio l’artista Pablo Echaurren che ha disegnato gli ‘oggetti musicali’ di queste speciali luminarie. Come ogni anno questa iniziativa non si esaurirà con il Natale: le frasi luminose di Lucio saranno al centro di un evento di beneficenza che ci ricorderà, ancora una volta, l’importanza e il valore di essere una comunità coesa e solidale”.

Queste, invece, sono state le parole del presidente del Consorzio degli Esercenti di Via D’Azeglio Pedonale, Simone Dionisi: “Quest’anno, più che in quelli passati, abbiamo ritenuto doveroso dar corso a questa iniziativa, per lanciare un segnale di conforto e speranza ai bolognesi e non solo: essere resilienti, oltre le avversità che questo funesto anno ci ha portato, la bellezza deve sempre risplendere negli occhi e nei cuori di tutti. Per questo abbiamo scelto Futura, dell’amato Lucio Dalla, per il messaggio meraviglioso che porta con sé”.

Luci, colori, parole ed emozioni per un chiaro segnale di speranza nel futuro che verrà.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bologna, anche quest’anno le luminarie cantano Dalla