A Milano c’è un capsule hotel social e tecnologico

È il primo social hostel e vuole diffondere la filosofia dello stare insieme

Avete mai dormito in un social hostel? A Milano è possibile ed è un’esperienza davvero unica. Ostelzzz è il primo ostello ispirato alla filosofia dei capsule hotel giapponesi, ma totalmente rinnovato, dove arricchire le relazioni umane attraverso la tecnologia.

Questa nuova tipologia di hotel nasce appunto per diffondere la filosofia dello “stare insieme” con tutti i benefici che ne derivano dall’esperienza digitale, che si fondono con il calore umano degli altri viaggiatori. Un modo per rendere la propria esperienza di viaggio il più personalizzata possibile, ma anche per risparmiare tempo da dedicare alla scoperta della città.

Con i suoi 1.100 metri quadrati e i suoi 5 piani, Ostelzzz dispone di cento posti letto. Quattro piani sono dedicati alle camere, mentre il quinto è riservato alla zona comune. Le stanze, dalle dimensioni variabili ma non eccessivamente grandi, sono dotate di tanta tecnologia. Qui tutto (o quasi) è virtuale. Non esiste la reception, il check-in, infatti, si fa da soli, e non vi sono neppure chiavi per accedere alla propria camera ma si ricorre alle impronte digitali. Se pensate che i letti siano a castello come nella maggior parte degli ostelli, vi sbagliate: ognuno ha la propria cabina dove godersi la propria intimità e riservatezza.

Ma quello che più sorprende è che ogni ospite può comunicare e mettersi in contatto con gli altri clienti tramite un Social network interno.

La posizione è ottima e permette di raggiungere tutte le attrazioni principali della città. Ostelzzz, si trova infatti in zona Porta Venezia, a differenza del Giappone dove questo tipo di hotel sorge in luoghi strategici come gli aeroporti e le stazioni.

Se volete vivere un’esperienza diversa dal solito, a prezzi modici (il costo per una notte a persona va dai 50 ai 60 euro), con tutti i comfort di un hotel situato in centro Milano, questa potrebbe essere una soluzione davvero ottimale ma anche un’evoluzione del concetto di ostelli in chiave futuristica.

L’obiettivo di Gianmaria Leto, Ceo della startup che ha creato il progetto (ZZZleepandgo), è proprio quello di espandersi in tutta Italia ma anche in Europa, aprendo nuove strutture che permettono di socializzare, riposare, ma anche divertirsi, visitando comodamente le città, senza spendere una fortuna.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

A Milano c’è un capsule hotel social e tecnologico