Viaggi aerei, il passeggero perfetto

Uomo sui trent'anni, viaggiatore solitario più per piacere che per affari. Non è una celebrità e viaggia in classe economica

Uomo sui trent’anni, viaggiatore solitario più per piacere che per affari. E’ questo l’identikit del passeggero perfetto secondo un sondaggio condotto da Skyscanner. L’indagine è stata sottoposta a oltre 700 professionisti del personale di bordo, provenienti da 85 Paesi diversi.

Il passeggero perfetto, quello che tutti gli equipaggi d’aereo vorrebbero trovarsi di fronte, non è una celebrità o comunque non è tra chi di solito utilizza la prima classe, lui viaggia in classe economica.

Secondo la ricerca, per il 26% del personale di cabina il fastidio maggiore è che i passeggeri schiocchino le dita per richiamare la loro attenzione. Altre abitudini poco gradite in volo sono la corsa a lasciare l’aereo prima che sia consentito di slacciare la cintura di sicurezza (13%) e che i passeggeri cerchino di stipare troppi bagagli negli scomparti sopra i sedili (11%).

Per un intervistato su dieci la cosa più irritante è che i viaggiatori parlino durante la dimostrazione di sicurezza. Completa la lista (7%) il riempire lo scomparto dei sedili fino all’orlo.

E se in volo come passeggero volete portare anche il vostro cane, leggete qui come fare.

Viaggi aerei, il passeggero perfetto