I turisti vaccinati stranieri stanno prenotando in Italia

Arrivano le prenotazioni per le nostre città d'arte da parte dei turisti stranieri vaccinati

Gli americani, in vista della probabile riapertura delle frontiere con l’Europa a maggio anche per scopi turistici, hanno ricominciato a prenotare per l’Italia e, in particolare, lo stanno facendo i viaggiatori vaccinati.

Sembrano, perciò, tornare i turisti (seppur timidamente) nelle nostre splendide città d’arte tra cui VeneziaRomaFirenze. E a tal proposito La Repubblica riporta che non sono solo gli alberghi a 5 stelle sparsi nel nostro territorio a essere oggetto del desiderio del mondo, ma anche le sistemazioni meno blasonate e più economiche.

I mesi più richiesti dai viaggiatori vaccinati stranieri sono maggio e giugno, anche se lo sono ancora di più luglio e agosto, fino a qualche richiesta di informazioni per settembre-ottobre.

Le persone, quindi, nonostante l’ansia che un viaggio in questo periodo può generare, vogliono vivere e viaggiare, hanno voglia di normalità e, ancor più interessante, è che l’Italia è sempre l’Italia, la terra più sognata di tutte, quella da visitare per forza almeno una volta nella vita.

Chiaramente, a causa dell’incertezza sulla ripresa o meno dei viaggi intercontinentali, la maggior parte delle prenotazioni arriva da quello che potremmo definire turismo di prossimità. Vale a dire da quei viaggiatori che sono in grado di attraversare i confini italiani in auto: svizzeri, tedeschi, austriaci, belga, olandesi e francesi.

Prenotazioni, tuttavia, che al momento non fruttano incassi poiché sono principalmente flessibili: si può disdire anche all’ultimo momento. Ma non solo, molti alloggi delle nostre città d’arte offrono tariffe particolarmente vantaggiose. Basti pensare che si parte da uno sconto che va dal 10 al 25% sul prezzo totale del servizio e, in alcuni casi, con tanto di colazione e cena gratis per almeno una notte del viaggio.

Un principio di buona notizia, dunque, per il turismo italiano. Certo, le ultime novità sull’apertura posticipata dei confini del Regno Unito per i viaggi porteranno a rivedere tali richieste. Ma quel che è abbastanza evidente è che i viaggiatori stranieri sognano l’Italia più che mai e che forse hanno capito che non c’è anno migliore del 2021 (visto che comunque non sarà caratterizzato dal turismo di massa) per godere al massimo di tutte le meraviglie uniche delle nostre città d’arte.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I turisti vaccinati stranieri stanno prenotando in Italia