Tuffi di Capodanno per salutare il 2013

Un bagno nelle acque gelide per salutare l'arrivo del nuovo anno. Una tradizione che si ripete in molte città del mondo, da Roma a Berlino

E’ una tradizione che si rinnova quella del bagno nelle acque gelide il primo giorno del nuovo anno. Lo fanno puntualmente nei Paesi del Nord Europa dove, i più temerari, si gettano coraggiosi tra i ghiacci di mari, fiumi o laghi.

Dall’Olanda a Berlino, da Ginevra a Budapest fino allo storico tuffo nel Tevere a Roma, centinaia di persone in tutto il mondo hanno festeggiato l’inizio del 2013 col brivido. Per il freddo, naturalmente. Il divertimento è proprio questo.

Altroché Miami, dove molti vip hanno scelto di trascorrere le vacanze natalizie. Troppo comodo fare il bagno nelle acque calde e caraibiche.

I più folli si sono immersi nelle acque gelide completamente nudi. Non che un bikini possa fare la differenza quando la temperatura dell’acqua è di zero gradi centigradi e fuori tocca i -20°C.

Qualcuno, invece, ha tentato di scaldarsi indossando mutandoni e cappellini. Almeno per proteggere le zone del corpo più sensibili… L’importante è prendere coraggio e fare un bel tuffo carpiato.

Tuffi di Capodanno per salutare il 2013