Treni turistici le linee meno conosciute

Il treno dell'entroterra della Sardegna, la locomotiva che percorre il Lago d'Iseo, il trenino che valica le Alpi

Trenino Verde
Quello che attraversa la Sardegna con una locomotiva a vapore che risale a oltre un secolo fa. Il percorso va da Cagliari a Mandas, si viaggia a bordo della carrozza che ha ospitato il celebre scrittore inglese. Un percorso che mostra gli altri tesori dell’isola, tra panorami, storia e bellezze ambientali. Uno sguardo verso lo spettacolare mare della Sardegna si scorge dalla stazione di Settimo. Poi il treno si immerge tra i vigneti, gli uliveti e i campi di grano di Dolianova, Serdiana e Soleminis. Una volta giunti a Mandas si può iniziare un altro viaggio in direzione Sorgono e Arbatax. Bisogna solo informarsi sulle coincidenze.

Treno Blu
E’ il treno turistico del Lago d’Iseo inizia la stagione in primavera. Sui binari da Bergamo per Palazzolo e da qui a Paratico-Sarnico, lungo il fiume Oglio, torna a circolare lo storico treno a vapore di Trenitalia che, ormai da vent’anni, costituisce un forte richiamo per il grande pubblico. Sono previsti festeggiamenti per il 20° Anniversario del TrenoBLU che vedono anche il compimento del centesimo compleanno della "Signorina", la locomotiva a vapore FS Gruppo 625-100 che sarà nuovamente al traino del treno storico da Bergamo, con le sue carrozze dalle classiche panche in legno. Una volta giunti sulla sponda meridionale del Sebino, è possibile continuare l’escursione con i battelli in servizio sul lago, da Sarnico verso Clusane per un pranzo tipico mentre nel pomeriggio si visita la cittadina di Iseo.

Trenino Rosso
Meglio conosciuto come Bernina Express, è il treno della Ferrovia Retica che parte da Tirano, in Valtellina, e che attraversa le Alpi svizzere giungendo a Sankt Moritz, in Alta Engadina. La linea Bernina è tra le più importanti infrastrutture ferroviarie dell’area alpina. Ogni anno sono oltre 700mila i passeggeri che si godono questo spettacolare viaggio che non si ferma mai, neppure durane l’inverno. In quattro ore porta i viaggiatori dai ghiacciai alle palme, attraversando tre regioni linguistiche, 196 tra ponti e viadotti e 55 tra tunnel e gallerie. Nel 2008 il percorso è stato inserito nel Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Il viaggio può durare una sola giornata o anche qualche giorno se ci si vuole fermare nelle tappe intermedie. Per i più romantici, c’è la possibilità di viaggiare con la luna piena su un vagone panoramico. Non manca il viaggio nella cabina di guida della locomotiva, il sogno di ogni appassionato di trenini.

VIDEO-RICETTA: Picnic sandwich

Treni turistici le linee meno conosciute