Trasferirsi a vivere in Nuova Zelanda: posti di lavoro e case a prezzi stracciati

"Vi aspettiamo a braccia aperte": l'appello di Kaitangata, in Nuova Zelanda

Trasferirsi a vivere in Nuova Zelanda, cambiare vita e lavoro ricominciando da zero potrebbe essere un sogno a portata di mano. “Abbiamo posti di lavoro ma non persone. Vi aspettiamo a braccia aperte“, è l’appello della cittadina Kaitangata, in Nuova Zelanda, distretto di Clutha, che invita chi voglia cambiare vita a fare subito le valigie e trasferirsi nella remota isola dell’Oceania.

Qui verrà accolto a braccia aperte: a chi deciderà di trasferirsi verrà offerta una casa e di una porzione di terra nella comunità rurale di Kaitangata al costo di 230.000 dollari neozelandesi (147 mila euro circa). In cambio viene offerto un lavoro nelle industrie vicine.
Bryan Cadogan, sindaco di Clutha, stima che siano circa 1000 i posti di lavoro vacanti nel suo distretto e i suoi residenti non sono in grado di soddisfare la domanda. “Quando ero disoccupato e avevo una famiglia da mantenere, Clutha mi ha dato una possibilità, e ora vogliamo offrire questa opportunità ad altre famiglie”.
Sembra impossibile, ma qui le industrie -principalmente legate al mercato caseario- hanno un grosso problema di carenza di personale e per anni sono state costrette a diminuire la produzione o a mettere a disposizione navette per i lavoratori dalle città vicine.

Cadogan ha già fatto sapere sul suo profilo Facebook che molti stanno già rispondendo al suo annuncio: del resto, come stupirsi? Kaitangata, la cittadina di destinazione di chi aderirà all’invito, è una piccola cittadina verde e pittoresca, vicino alla costa di South Otago, nel sud della Nuova Zelanda. Un’idilliaca oasi di tranquillità, a quanto raccontano gli abitanti: “Questa è una comunità vecchio stile, non chiudiamo le nostre case, lasciamo i bambini correre liberi”, spiega Evan Dick, produttore di latte e residente a Kaitangata.

Trasferirsi a vivere in Nuova Zelanda: posti di lavoro e case a prezzi...