Tour nel luogo del naufragio del Titanic: il debutto è fissato per il 2019

Immergersi, grazie ad un sommergibile, fino ad una profondità di oltre 3000 metri per vedere da vicino il Titanic: dal 2019 sarà possibile

Oltre un secolo fa, una crociera a bordo del Titanic era la quintessenza del viaggio di lusso. Oggi, in un certo senso, lo è ancora. L’unica differenza è che, al posto di salpare per un viaggio attorno al mondo, i turisti vogliono visitare il luogo del disastroso naufragio.

Tra tutti gli incidenti che hanno interessato il mondo dei trasporti, il naufragio del Titanic – grazie anche al fortunato film con Leonardo DiCaprio – è sicuramente il più famoso, e anche il più affascinante. E, visitare il luogo in cui il disastro navale avvenne, è un’esperienza unica. Ecco quindi che la Blue Marble Private, agenzia di viaggi di lusso con sede a Londra, ha annunciato che – presto – verranno organizzate visite guidate in quel preciso luogo.

Inizialmente, l’originale escursione era stata fissata per il maggio 2018 ma – oggi – la compagnia si è trovata costretta a posticipare il tutto al 2019. Il motivo? Le condizioni metereologiche avverse, che hanno impedito di svolgere i test volti a verificare la sicurezza dell’operazione. Del resto, per ammirare il relitto del Titanic bisogna scendere di molto: i suoi resti giacciono a una profondità di 3800 metri, nel cuore dell’Oceano Atlantico, a 1600 km di distanza da New York e a 650 da Capo Race (Isola di Terranova). La loro scoperta risale solo al 1985, grazie al lavoro di una spedizione franco-americana.

Vedere da vicino i resti del Titanic potrebbe essere un’opportunità disponibile solo per un breve periodo: secondo uno studio condotto nel 2016, un particolare tipo di batterio potrebbe mangiare lo scheletro della nave in 15 – 20 anni. Ecco dunque che, la proposta di Blue Marble Private, deve essere colta al volo. Sebbene il suo costo non sia certo accessibile a tutti.

Il viaggio, di 8 giorni, costerà 105.129 dollari a persona. Si partirà da Newfoundland, in Canada, e ci si avvicinerà al relitto del Titanic protetti dalla carrozzeria in titanio e fibra di carbonio di un sommergibile. A costruire il sommergibile, la OceanGate Inc, il cui Marketing Manager ha raccontato alla CNN: “abbiamo riprogrammato le spedizioni per il 2019, poiché quando siamo arrivati alle Bahamas avevamo un limite di 45 giorni per collaudare l’operazione. Ci siamo imbattuti in fortissimi temporali e in tempeste di lampi, che ci hanno costretto a rimandare i test”. Così, bisognerà attendere ancora un anno. Anzi, di più: il primo viaggio verso il relitto del Titanic ha già registrato il tutto esaurito.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tour nel luogo del naufragio del Titanic: il debutto è fissato per il...