The Bubble Man: in una bolla nell’oceano da Miami alle Bermuda

Ma l'impresa fallisce ancora una volta: recuperato dalla Guardia Costiera

Il suo nome è Bubble Man, al secolo Ray Reza Baluchi. Il suo sogno? Percorrere l’oceano da Miami alle Bermuda rinchiuso in una bolla di plastica, armato solo della forza delle gambe, Gps, telefono satellitare e video camera. Durata dell’impresa: 5 mesi, distanza 3500 miglia: una bella sfida, anche se Baluchi di professione fa il maratoneta.
Un’impresa in ogni caso fallita in partenza, quando la Guardia Costiera lo ha recuperato al largo di Miami, dopo avergli inutilmente intimato di non partire in quanto il viaggio era stato giudicato troppo pericoloso.

Bubble Man è recidivo e aveva già tentato l’avventura, in termini identici, nell’ottobre del 2015. Anche in quel caso era stato recuperato dalla guardia costiera americana nei pressi di St. Augustine, a nord di Miami, mentre, visibilmente disorientato, chiedeva indicazioni per le Bermuda. All’interno della bolla aveva alcune barrette proteiche, acqua in bottiglia, un telefono satellitare e un Gps. In quel caso, e probabilmente anche in occasione di questa seconda impresa, Ray Reza aveva dovuto sostenere i costi dell’operazione di soccorso.

The Bubble Man: in una bolla nell’oceano da Miami alle Berm...