Terme, piscine, centri benessere e montagne: le linee guida

Come saranno le nostre prossime vacanze in montagna o all'insegna del benessere?

Siamo pronti a ripartire, sebbene con tutte le precauzioni del caso: nelle ultime ore, sono state stilate e approvate le linee guida per le attività che si svolgono all’interno di piscine, terme e centri benessere e per quelle praticate in montagna. Possiamo finalmente scoprire come saranno le nostre prossime vacanze.

Mai come in questo periodo è importante rispettare le misure di sicurezza per garantire la massima igiene in luoghi di ricreazione come le piscine e le terme. Secondo l’intesa raggiunta dai governatori delle Regioni, sarà fondamentale seguire alcune semplici linee guida per poter usufruire dei centri benessere. In generale, come in qualsiasi altra attività, è consigliata la prassi di rilevare la temperatura corporea all’ingresso. Inoltre dovranno essere approntati percorsi divisi per l’entrata e l’uscita delle persone, in modo da regolare il flusso e prevenire le aggregazioni.

Nei luoghi comuni al chiuso è obbligatorio l’uso della mascherina, e dovranno essere presenti dei dispenser di gel igienizzante per le mani. Le strutture invitano inoltre ad effettuare la prenotazione per poter garantire un accesso rapido e più sicuro. Nell’uso degli armadietti, è vietata la condivisione ed è obbligatorio disporre di sacchetti per riporre i propri effetti personali. Le attrezzature vanno distanziate di almeno 1,5 metri le une dalle altre, e naturalmente dovranno essere sanificate al termine di ogni utilizzo.

Per quanto riguarda i massaggi e in generale i trattamenti alla persona, è richiesto l’uso della mascherina FFP2 e la visiera protettiva da parte dell’operatore. Potranno essere praticati massaggi senza guanti, purché l’operatore provveda a disinfettare mani e avambracci prima e dopo ogni cliente. È consigliato l’uso di camici protettivi e di teli monouso durante l’esecuzione dei massaggi, e il cliente è obbligato ad indossare la mascherina.

Per quanto riguarda le piscine e le terme, valgono le norme fin qui viste per l’accesso e l’utilizzo degli spazi comuni (docce, armadietti, ecc…). In vasca, dovrà essere garantito un indice di 7 mq di superficie di acqua a persona, se viene praticata attività natatoria, o di 4 mq di acqua a persona negli altri casi. Laddove non sia possibile rispettare queste misure di sicurezza, come ad esempio nel caso delle vasche idromassaggio, il loro utilizzo è consentito ad un solo bagnante alla volta – o ad un solo nucleo familiare alla volta.

Sono state stabilite alcune linee guida anche per le attività in montagna, per disciplinare le professioni di guide alpine e maestri di sci. Ai clienti potrà essere chiesto di misurare la temperatura e di seguire dei precisi percorsi delineati per evitare assembramenti. È vietato lo scambio di abbigliamento e di attrezzature, e durante le escursioni è obbligatorio, per le guide turistiche, occuparsi del distanziamento sociale tra i partecipanti.

terme

Linee guida per le terme – Foto: 123rf

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Terme, piscine, centri benessere e montagne: le linee guida