Il sottomarino trovato a Portofino è l’U-Boot 455. Video

Nel Golfo del Tigullio, confermata la scoperta di un sommergibile perduto

L’U-boot 455 è un sommergibile che ha fatto la storia, proprio per il fatto che non si trovava. Le fonti e i pescatori sapevano che a Portofino, nel Golfo del Tigullio (Genova), era affondato ma non c’erano le tracce. Anche le carte ne segnalavano la possibile posizione, ma lì non c’era. Sono stati i racconti di un pescatore che hanno fatto sì che siano riusciti a risalire alla posizione.

Era l’agosto del 1996 quando, su una secca davanti a Sori (GUARDA LA MAPPA), sono emerse bolle di nafta che arrivavano dal fondo: poteva essere soltanto il relitto di una nave. Da queste indicazioni si è risaliti al punto esatto, dopo che per anni si era cercato altrove.

Nel periodo che va dal settembre 1941 al settembre del 1944 operarono 68 sommergibili tedeschi nel Mediterraneo: gli U-boot. Gli storici sono riusciti a stabilire la sorte di tutti i sommergibili tedeschi, tranne l’U-455. Ecco che allora, una volta fatta l’immersione, si è scoperto il relitto, a 123 metri sul fondo del mare.

L’affondamento è avvenuto tra Portofino e Camogli. Resta il mistero sulla sua missione così a ridosso della costa e anche sulla sua fine. Si tratta di un sottomarino di 60 metri a bordo del quale vivevano 54 marinai. Era armato e questo ci conforta sul fatto che fosse proprio l’U-455.

Il sottomarino trovato a Portofino è l’U-Boot 455. Video