Singapore riapre ai turisti vaccinati: le regole

L'isola asiatica annuncia un graduale ritorno alla normalità, con l'allentamento delle restrizioni per i turisti vaccinati: quali sono le nuove regole

Dopo l’apertura dei confini da parte degli Stati Uniti nei confronti dei turisti vaccinati, anche Singapore si appresta a seguire la stessa linea politica di allentamento delle restrizioni. Dal 19 ottobre, tutti i turisti provenienti da otto Paesi, tra cui Italia, Gran Bretagna, Francia, Spagna e Stati Uniti, potranno entrare nell’isola senza l’obbligo di doversi sottoporre ad una quarantena di 14 giorni.

Questo provvedimento è supportato dall’alto tasso di vaccinazione della città-stato, con quasi l’85% della popolazione completamente inoculata e la maggior parte delle infezioni lievi.

L’annuncio segna un passo importante nella strategia di Singapore per riprendere i collegamenti internazionali. La nazione del sud-est asiatico, uno dei più grandi centri di viaggio e finanza del mondo, ospita le sedi di migliaia di aziende globali i cui dirigenti sperano fermamente nella ripresa dei collegamenti con Singapore.

Cosa prevedono le nuove norme?

Ad essere agevolati da queste nuove norme, saranno i viaggiatori che hanno interamente completato il ciclo vaccinale contro il Covid-19 e che, in questo modo, potranno richiedere il Vaccinated Travel Pass, valido per un unico viaggio.

I viaggiatori dovranno comunque sottoporsi ad un doppio test PCR, uno nelle 48 ore prima della partenza, il secondo all’arrivo all’aeroporto di Singapore. Entrambi dovranno registrare un esito negativo.

L’altra novità è che coloro che si recano a Singapore dovranno volare su specifici voli destinati ai turisti vaccinati. I visitatori a breve termine possono entrare a Singapore tramite le corsie di viaggio sicure, che includono Air Travel Pass, Reciprocal Green Lane e Vaccined Travel Lane, o previa approvazione speciale.

La città-stato ha annunciato che accetterà il pass di viaggio digitale IATA, colloquialmente chiamato passaporto per i vaccini, a partire da maggio 2021. Questo pass memorizzerà i dati del viaggiatore vaccinato presso un laboratorio accreditato. Poiché il pass è ancora in fase di pianificazione, Singapore non ha rilasciato ulteriori dettagli sul fatto che i titolari potranno saltare o abbreviare la quarantena o avere altri vantaggi.

Coloro che viaggiano da Paesi con un contratto Air Travel Pass devono richiedere l’ingresso fino ad un massimo di 7 giorni prima della partenza e inviare i dettagli sanitari e tutti i movimenti di viaggio degli ultimi 14 giorni tramite una SGArrivalCard. Devono inoltre scaricare l’app Trace Together sul proprio dispositivo mobile e pagare un test PCR all’arrivo, al costo di 125 €. Questo vale per tutti i viaggiatori dai sei anni in su.

Anche se il ritorno alla normalità può sembrare ancora lontano, queste disposizioni segnano un passo significativo nella strategia a lungo termine di Singapore per convivere con il Covid e riaprire i suoi confini.

Veduta dei grattacieli di Singapore

Un incredibile scorcio di Singapore

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Singapore riapre ai turisti vaccinati: le regole