Se vuoi visitare la vera Amsterdam, puoi sposare un abitante per un giorno

Per creare connessioni tra turisti e abitanti, ad Amsterdam puoi sposare i residenti, ma per un solo giorno

Amsterdam non ha certo bisogno di attirare turisti, dato che le statistiche parlano di 19 milioni di visite ogni anno, in costante crescita. Semmai, necessita di un turismo alternativo, più rispettoso della cultura locale.

Per favorirlo, il gruppo Untourist Movement ha ben pensato di lanciare un’iniziativa del tutto singolare, i matrimoni dei turisti con gli abitanti della città. Si tratta di nozze fasulle, valide per un giorno, durante le quali gli sposini hanno la possibilità di godersi, mano nella mano, la città. La cerimonia si svolge nel quartiere popolare di De Pijp, con tanto di fiori finti, e subito dopo ha inizio il tour, focalizzato su itinerari solitamente poco frequentati dai turisti. I visitatori in cambio di tanta ospitalità sono invitati a fare delle offerte, a partire dai 100 euro, per le mogli, o i mariti, momentanei.

Vacanza ad Amsterdam

Da cosa è nata l’idea? Dalla voglia di mostrare i lati più autentici di Amsterdam, creando al tempo stesso connessioni e relazioni con le persone del luogo. Difatti, quando viaggiamo, tendiamo a privilegiare itinerari basati sui beni culturali e sulle bellezze naturali. E facciamo più fatica, visto il poco tempo a disposizione, a intrecciare relazioni con le persone del posto, perdendoci così l’opportunità di vivere come loro, e di scoprire punti di vista diversi. Le nozze finte cercano proprio di colmare questa lacuna, incentivando il rapporto dei turisti con i residenti.

Perché viaggiare serve anche ad allargare gli orizzonti, non solo a vedere cose belle, e quale miglior modo per riuscirci se non trascorrendo del tempo con gli abitanti. Senza contare che, sposando un Amsterdammer, i visitatori possono partecipare ad attività utili alla comunità, come la pesca dei rifiuti di plastica nei canali, o la raccolta delle erbacce nelle fattorie urbane. Un turismo esperienziale, che permette di vivere esperienze uniche e più autentiche, guidati dalle chicche suggerite in “The Untourist Guide to Amsterdam”.

Insomma, un modo nuovo per vivere la città, che fra le altre cose offre l’opportunità di fare qualcosa di buono, come suggerito da Elena Simon, una delle autrici del libro. Se avete, quindi, intenzione di visitare Amsterdam, le nozze per un giorno potrebbero essere la soluzione migliore, certamente non banale.

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Se vuoi visitare la vera Amsterdam, puoi sposare un abitante per un&nb...