Sardegna, spiagge: dove la sabbia è fine

Qualche suggerimento per visitare le spiagge da non perdere in Sardegna: dove la sabbia è fina e il mare turchese

Il litorale della Sardegna conta 1.840 chilometri di coste in gran parte dall’aspetto selvaggio e incontaminato, gli scenari sono di rara bellezza per il contrasto del colore del mare, con le scogliere e le spiagge di sabbia chiara.

Gli accessi al mare alternano scogli, falesie, isolotti e soprattutto baie di sabbia dalla grana fine, intorno straordinari paesaggi, carichi di suggestione.
 
Tra le spiagge più belle: La Pelosa, nel Sassarese, con un arenile di sabbia impalpabile e dune disegnate dal vento. Isola Rossa la piccola frazione balneare di Trinità d’Agultu, con le spiagge di Rinaggiu e de La Marinedda. Impossibile non citare l’isolotto di Budelli con la Spiaggia Rosa, una delle più belle spiagge del Mediterraneo. La spiaggia della Marmorata, considerata fra le perle dell’isola, è un lungo e profondo golfo di sabbia finissima, affacciato sulle splendide acque verdi e turchesi della baia.
 
In Costa Smeralda Liscia Ruia è la più vasta e una delle più belle per le sue caratteristiche naturali: un arco di sabbia finissima e rosata lungo oltre 500 metri, che delimita una baia dalle acque limpide.
 
Porto Ferro, a Nord-Ovest dell’Isola con una lunga spiaggia dal colore giallo-aranciato. Nelle coste sud-occidentali della Sardegna, ad Arbus, da visitare la zona denominata Costa Verde: sabbia gialla e finissima, le dune disegnate dal vento, e pochi alberi arsi dalla siccità.
 
La grande spiaggia di Porto Pino meravigliosa sia per le dune di sabbia sia per i pini secolari che riempiono lo sguardo e la spiaggette più piccole, con un mare sempre trasparente. Per finire Baia Chia e le sue acque dall’incredibile trasparenza nelle tonalità dei turchesi, che bagnano anche la lunga costa di sabbia dorata.

VIDEO: Il mare più bello

 

Sardegna, spiagge: dove la sabbia è fine