L’esclusivo hotel di Roma che ha ospitato il principe Harry

Alla scoperta della storia e del lusso del St. Regis Roma, una delle storiche perle architettoniche della capitale

Il principe Harry è giunto a Roma per un evento sportivo, legato a una delle sue attività benefiche. Nella capitale ha potuto godere dello splendore del St. Regis Hotel.

Roma ha accolto con entusiasmo il principe Harry (Duca di Sussex), che ha preso parte al Sentebale ISPS Handa Polo Cup, un prestigioso torneo di polo nella città eterna, all’insegna dello sport e della solidarietà. Nel magnifico scenario del Roma Polo Club si è posta l’attenzione su Sentebale, ovvero l’associazione fondata da Harry e dal Principe Seeiso, che si impegna ad aiutare i bambini e i giovani colpiti da HIV in Africa meridionale.

Roma - St Regis Hotel

Al termine dei vari eventi cui ha preso parte, il principe Harry ha potuto godere del lusso del St. Regis Roma, presso il quale ha partecipato alla tradizionale St. Regis Midnight Supper, la cena di mezzanotte, circondato dallo sfarzo di uno dei templi dell’epoca moderna a Roma.

La sua inaugurazione avvenne nel 1894, a opera di César Ritz, celebre imprenditore svizzero che dà il nome agli omonimi hotel leggendari. Da allora sono trascorse svariate decadi, con il 2018 individuato come anno cruciale per la struttura, che ha subito un totale restauro, costato 40 milioni di euro e tre anni d’attesa.

Il risultato è però stato eccelso, con la lobby tramutata in un giardino d’inverno, biblioteca, bar e spazio dedicato alle esposizioni artistiche. L’enorme salone da ballo è oggi particolarmente luminoso, ricco di specchi e splendidi affreschi preraffaeliti. Le camere inoltre hanno fatto il necessario salto nella nuova epoca, evidenziando oltre ai pregiati tessuti anche elementi d’alta tecnologia, ormai indispensabili.

Roma - St Regis Hotel

Una nuova veste per il St. Regis, che deve restare al passo con i tempi, offrendo al proprio pubblico un tipo d’eleganza contemporanea, che ponga sullo stesso piano il valore di lampadari di pregio in vetro soffiato e una potente rete Wi-Fi, che i propri illustri ospiti possono sfruttare per lavorare indisturbati.

Mettervi piede vuol dire notare fin da subito la sapiente fusione tra interni eleganti e tradizioni nobili. I suoi soffitti sono alti e arricchiti dall’effetto della luce naturale, mentre nelle camere si lasciano apprezzare i tessuti Rubelli, ricchi di vetri realizzati a mano. Negli anni Duemila è stato però messo da parte il rigore di un tempo, relegato al secolo scorso, per una perla romana che intende prendersi sempre più le luci della ribalta.

Roma - St Regis Hotel

L’esclusivo hotel di Roma che ha ospitato il principe Harry