Il ristorante migliore del mondo è a Copenhagen

Nella classifica dei 50 migliori ristoranti del mondo vince il danese Noma. Tra i primi 10 solo un italiano: l'Osteria Francescana

Il ristorante migliore del mondo è il Noma di Copenhagen in Danimarca, con lo chef René Redzepi di soli 35 anni. Lo ha stabilito una giuria di 837 esperti internazionali in occasione dell’edizione 2012 del premio San Pellegrino World’s 50 Best Restaurants che si è tenuto lo scorso 30 aprile. Rispetto allo scorso anno il podio resta invariato: il secondo e il terzo posto se li sono aggiudicati due ristoranti spagnoli, rispettivamente El celler de Can Roca di Girona e il Mugaritz di San Sebastian, nei Paesi Baschi. L’unico ristorante italiano della top 10 è l’Osteria Francescana di Modena con il rinomato chef Massimo Bottura che si è posizionato .

Al quarto posto si trova un ristorante brasiliano, il D.O.M. di San Paolo. Ben tre i ristoranti degli Stati Uniti tra i primi dieci: il Per Se (6°) e l’Eleven Madison Park (10°) di New York e l’Alinea di Chicago. Un altro ristorante di San Sebastian, l’Arzak, è all’8° posto, chiude la top 10 il londinese Dinner.

La cucina italiana, insomma, non eccelle più come una volta. Nella classifica dei 50 migliori ristoranti del mondo ce ne solo altri due: Le Calandre di Rubano, al 32° posto con lo chef Max Alajmo, e il Canto di Siena, il cui chef è Paolo Lopriore, al 46°. Escono dalla classifica tre ristoranti italiani: Cracco, di Carlo Cracco a Milano, che lo scorso anno era 33°, Combal 0 di Davide Scabin a Rivoli (TO) che era 28° e Dal Pescatore di Nadia e Giovanni Santini a Canneto sull’Oglio (MN) che si trovava in 38esima posizione.

Il ristorante migliore del mondo è a Copenhagen