Repubblica Dominicana: è tutto pronto per accogliere i nomadi digitali

Offerte speciali dedicate alla workation, uffici vista spiaggia e copertura sanitaria assicurata: benvenuti nella Repubblica Dominicana

La lista delle destinazioni pronte ad accogliere i nomadi digitali è destinata a crescere ogni giorno un po’ di più. È recente, infatti, la notizia delle nuove normative approvate dalla Repubblica Dominica per rendere più accessibile e sicuro l’ingresso nel territorio. Il motivo è presto detto: quello di consentire ai professionisti in smart working di vivere e lavorare in un paradiso terrestre come questo.

Del resto non è un segreto che gli smart worker sono i nuovi turisti del lusso, proprio loro che sono così ambiti e cercati dai Paesi di tutto il mondo che stanno fondando l’economia turistica proprio sul WFH. Perché lavorare senza smettere di viaggiare, e viceversa, oggi è possibile ed è ancora meglio se si sceglie di farlo in paradisi terrestri o città culturalmente affascinanti tutte da scoprire.

Così, mentre il fenomeno del nomadismo digitale, prima destinato a una piccola nicchia, va espandendosi sempre di più, aumentano di pari passi anche tutta una serie di facilitazioni per chi vuole vivere per un determinato periodo di tempo in un Paese straniero. Ne è un esempio il visto per nomadi digitali di cui vi abbiamo già parlato.

Oggi alla lista delle destinazioni da raggiungere, se si lavora in smart working, si aggiunge la Repubblica Dominicana, un territorio caratterizzato da spiagge bianche, acque turchesi e trasparenti, foreste tropicali e un clima caldo tutto l’anno.

I resort e gli hotel del Paese, infatti, si sono organizzati con pacchetti di workation per i nomadi digitali offrendo soggiorni prolungati, free wifi e aree ufficio. Il Gruppo Melià, per esempio, ha creato per tutti i suoi resort un’offerta speciale per i lavoratori da remoto dal nome: Your office on the beach per consentire ai professionisti di vivere e lavorare all’interno di quello che è uno scenario da cartolina.

Il soggiorno di lavoro nella Repubblica Dominicana, inoltre, diventa un’esperienza “senza pensieri” grazie a diverse misure di sicurezza adottate dal governo per garantire un accesso completo e sicuro a chiunque voglia entrare nella nazione caraibica, prima fra tutte l’attuazione di un piano gratuito di copertura assicurativa sanitaria per gli ospiti degli hotel. Alle persone che arrivano al Paese, infatti, saranno eseguiti dei test rapidi a campione e sarà garantita un’assicurazione che copre un possibile contagio da Covid.

Una misura unica nel suo genere che prevede una copertura totale, da parte del Paese, delle emergenze mediche incluse le visite ambulatoriali, i ricoveri, le medicine e persino l’eventuale prolungamento del soggiorno. Valgono, ovviamente, le regole sull’uso della mascherina e sul distanziamento sociale.

Ma l’obiettivo è chiaro della Repubblica Dominicana è chiaro: rendere l’offerta turistica completa e sicura per attirare vacanzieri e offrire agli smart worker un luogo per lavorare e per godere delle bellezze circostanti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Repubblica Dominicana: è tutto pronto per accogliere i nomadi digital...