“No time to die”: al via le riprese in Puglia del nuovo James Bond

Lo spettacolare Ponte Acquedotto di Gravina set delle prime scene pugliesi del nuovo film sul celebre agente segreto

James Bond è finalmente sbarcato in Puglia. In questi giorni, la splendida Gravina si è trasformata nel set di “No time to die”, il 25esimo capitolo della fortunata serie cinematografica incentrata sulle gesta del celebre agente segreto, che vede nei panni del protagonista, per la quinta e ultima volta, l’affascinante Daniel Craig.

Le scene sono state girate sul Ponte Acquedotto, luogo simbolo della città murgiana, alto ben 37 metri e lunga 90, che collega le due sponde del torrente Gravina. Proprio lì, lo stuntman che sostituisce Craig per le scene più acrobatiche e pericolose ha eseguito un tuffo spettacolare, lanciandosi oltre la maestosa struttura ad archi, che conduce, attraverso una suggestiva gola carsica, alla città vecchia.

Costruito verso la fine del XVII secolo per permettere l’attraversamento del torrente (anticamente chiamato Crapo) e raggiungere la chiesa rupestre della Madonna della Stella, situata ai piedi della collina di Botromagno, il ponte fu adibito successivamente ad acquedotto per volere degli Orsini, così da portare in città l’acqua della vicina sorgente di Sant’Angelo e S.Giacomo.

Ancora oggi sono visibili ai lati dell’opera le due fontane collegate dalla struttura costituita in origine da 25 archi disposti lungo la spalliera, pesantemente danneggiati dall’alluvione dell’agosto del 1855 e perciò successivamente sostituiti da una spalliera in tufo. Nel 1860, l’acquedotto venne infine messo in sicurezza con importanti interventi di consolidamento e di restauro e l’introduzione di tiranti in ferro e di un selciato rustico di protezione.

gravina

Oggi, lo spettacolare ponte resta una delle attrazioni principali di Gravina, che con il suo incredibile patrimonio naturalistico, artistico e storico si conferma la location ideale per le produzioni cinematografiche nazionali ed internazionali. Proprio lo scorso aprile, Checco Zalone aveva scelto questi luoghi per le riprese del suo nuovo film “Tolo Tolo”. Ora, l’attesissimo “No time to die” porterà sul grande schermo le suggestioni della Puglia meno conosciuta che, con la sua bellezza senza tempo, conquisterà – ne siamo certi – i fan dell’agente 007 di tutto il mondo.

La troupe è atterrata all’aeroporto di Bari lunedì scorso, per dirigersi quindi a Gravina, dove sono state girate le prime spettacolari scene presso uno dei luoghi più suggestivi della Penisola. Le riprese, che si protrarranno per tutto il mese di settembre, si sposteranno poi a Matera, la seconda incantevole location del Sud Italia scelta come set per il 25esimo capitolo della saga sul celebre agente segreto.

I più fortunati potrebbero anche riuscire a vederlo in azione: stando ai rumor, l’attore potrebbe infatti essere presente almeno un giorno sul set per girare i primi piani; mentre la maggior parte delle riprese, a causa dell’eccessivo pericolo, richiederanno l’intervento di uno stuntman.

"No time to die": al via le riprese in Puglia del nuovo James Bond

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

“No time to die”: al via le riprese in Puglia del nuovo Ja...