Luoghi nuovi per tornare a viaggiare: sta per aprire il museo Picasso più grande del mondo

Tutte le opere del genio dell'arte contemporanea saranno visibili in Provenza, presto

“Ci sono pittori che dipingono il sole come una macchia gialla, ma ce ne sono altri che, grazie alla loro arte e intelligenza, trasformano una macchia gialla nel sole.”

Lui è Pablo Picasso, il genio indiscusso del XX secolo, una leggenda nel mondo dell’arte contemporanea che però è più reale che mai. Così come concreto è il nuovo progetto di apertura del museo più grande del mondo dedicato all’artista. Perché l’arte e la bellezza rendono il nostro pianeta un posto migliore e questo nuovo luogo per tornare a viaggiare conferma quanto questo sia vero.

Pablo Picasso

Pablo Picasso, 1960 – Fonte GettyImages

Siamo in Provenza, è qui che aprirà il più grande museo di Picasso al mondo, esattamente all’interno di un ex convento ad Aix-en-Provence. L’edificio ospiterà l’intera collezione che Jacqueline Roque, ultima moglie dell’artista, ha lasciato in eredità alla figlia.

Questa comprende duemila opere, alcune delle quali non sono mai state messe in mostra. A queste si aggiungono anche fotografie, cimeli e altri oggetti appartenuti all’artista. E così Aix-en-Provence, città da sempre collegata al genio Cezanne si prepara ad accogliere anche Picasso.

Il progetto del museo più grande al mondo dedicato all’artista e pittore spagnolo porta la firma di Catherine Hutin-Blay, figlia di Jacqueline. All’interno dell’edificio saranno esposti quadri, sculture e altri capolavori creati dall’artista nel corso della sua vita. Lo spazio espositivo prenderà vita nell’antico ex Convento dei Predicatori.

ex Convento dei Predicatori

Chiostro ex Convento dei Predicatori – Fonte Wikimedia/Par Ddeveze

L’intera collezione permanente delle opere di Pablo Picasso sarà esposta su tre piani, su di una superficie complessiva di 1500 metri quadri, per uno spettacolo per il cuore e la vista unico nel suo genere.

Perché di Picasso conosciamo molte cose, la sua vita, le sue amanti, i suoi capolavori artistici e la grandissima eredità che ha lasciato nel mondo dell’arte. L’artista è morto l’8 aprile del 1973, poco dopo un inventario dei suoi averi ha portato alla luce oltre cinquantamila opere d’arte tra disegni, dipinti, sculture e ceramica.

Eppure questo straordinario archivio si mostra nella sua interezza solo adesso, con la preziosa aggiunta della collezione privata che apparteneva all’ultima moglie di Picasso. Molte di queste opere infatti non sono mai state esposte al pubblico e riguardano gli ultimi anni della vita dell’artista.

Primavera 2021, questa la data in cui potremmo visitare questo incredibile spazio dedicato all’arte di Picasso ad Aix-en-Provence.

Aix-en-Provence

Aix-en-Provence – Fonte iStock

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Luoghi nuovi per tornare a viaggiare: sta per aprire il museo Picasso ...