La prima fontana di birra al mondo è in Slovenia

A Zalec, in Slovenia, sta per avere inizio il singolare progetto turistico della costruzione di una fontana di birra

Sono moltissime le città in Europa e nel mondo che cercano in tutti i modi di attirare turisti sul territorio, per creare nuovi posti di lavoro e incentivare gli spostamenti delle persone e rivitalizzare quindi la vita finanziaria delle comunità. Il modo migliore per farlo è chiaramente quello di esaltare le caratteristiche territoriali che rendono unici i luoghi in cui si vive, in modo da attirare quanti più turisti sia possibile.

Le idee che possono essere tirate fuori sono innumerevoli, ma per alcuni Paesi incentivare il turismo può essere più difficile. Luoghi che non hanno da offrire bellezze storiche e monumenti devono necessariamente aguzzare l’ingegno per valorizzarsi. La città di Zalec, in Slovenia, ha certamente trovato un’idea brillante per promuoversi: la prima fontana di birra d’Europa.

Zalec è una cittadina della Slovenia centrale, la cui economia ruota da secoli attorno alla produzione agricola. Oltre alla produzione normale di tutto ciò che può essere coltivato tuttavia, la città si è specializzata, nel corso del tempo, nella coltivazione del luppolo. Ne consegue che buona parte della produzione cittadina riguarda la birra. La città è talmente associata in modo stretto a questa pianta che persino il simbolo comunale include il luppolo verde, che è ormai immagine indelebilmente associata alla cittadina.

L’industria turistica non è l’elemento finanziario trainante della città e il primo cittadino ha proposto quindi la costruzione di un monumento alla città stessa, che possa attirare turisti da tutto il mondo grazie alla sua particolarità e unicità.

La costruzione della prima fontana di birra d’Europa tuttavia non è definibile come un piccolo investimento. Il prezzo della progettazione e della costruzione dell’opera infatti è stato stimato in 170 mila euro. Una cifra non indifferente rispetto alle finanze collettive del comune di Zalec, che non vanta certamente grandi ricchezze. Considerato l’elevato costo della costruzione infatti anche all’interno della giunta comunale vi sono stati ampi dissensi da parte di un’ala di minoranza, che teme che l’investimento sia eccessivo.

Il progetto infatti prevede che i turisti paghino l’irrisoria cifra di 6 euro per avere accesso alla fontana. Con questa piccola cifra è possibile bere fino a tre bicchieri di birra provenienti dalla fontana. L’ala di minoranza teme tuttavia che il costo richiesto ai turisti sia tanto basso da non permettere di ammortizzare rapidamente le spese di costruzione. La critica principale al progetto non è dunque di tipo concettuale, ma unicamente di natura economica. I benefici portati dalla fontana saranno sufficienti a coprirne gli immani costi?
Ancora non si sa, ma la fontana verrà costruita.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La prima fontana di birra al mondo è in Slovenia