Prandelli guida turistica: la barzelletta degli americani

L'ex CT della nazionale di calcio interpreta una guida turistica che mostra l'Italia agli americani

Cesare Prandelli interpreterà, in “Matrioskar”, il ruolo di un autista bresciano che si improvvisa guida turistica per gli statunitensi. In sella a un’Ape rossa, trasporta i visitatori alla scoperta di Orzinuovi, in provincia di Brescia, dove è ambientata la storia.

Si ironizza sulle manie di grandezza del popolo americano: con i loro grattacieli eretti velocemente credono di essere più abili degli antichi architetti italiani.

Convinti della loro superiorità in ogni campo, gli abitanti d’oltreoceano diventano un bersaglio facile per la satira. La loro leadership politica ed economica alimenta questo sentimento, ma a conti fatti non rappresenta un biglietto da visita per l’intero popolo.

Piuttosto un atteggiamento di superiorità che spesso è dovuto alla maggiore quantità di denaro a disposizione, con le laute mance elargite con nonchalance oppure con il disprezzo verso i comportamenti e la semplicità degli italiani.

Pare quasi una barzelletta la scena che vede protagonista l’ex CT degli Azzurri, attualmente disoccupato, nel film diretto da Ettore Bonetti

Alla fine Prandelli, spinto all’esasperazione dai turisti americani, afferma con un colorito dialetto bresciano che l’edificio davanti a loro è sorto in tempi record, in quanto la stessa mattina non c’era.

Prandelli guida turistica: la barzelletta degli americani