Immergersi nelle piscine calde dell’Islanda dove non c’è nessuno

I Vök Baths sono una serie di scenografiche piscine che galleggiano sul lago Urriðavatn, nei pressi della celebre Ring Road

Per un’esperienza completamente differente e più intima rispetto alla famosa Blue Lagoon, durante un viaggio in Islanda vi consigliamo di vsitare le nuove piscine dei Vök Baths.

Per godere delle stesse calde acque termali che sgorgano dalle viscere della Terra e non trovare la stessa folla, è questo il posto migliore dove andare: a Est dell’Islanda, esattamente dalla parte opposta.

Affacciati sulle rive del lago Urriðavatn, questi bagni geotermali inaugurati a luglio 2019 sgorgano a 75 gradi da fonti sotterranee che scorrono sotto il lago e che vengono convogliate verso una serie di scenografiche piscine che galleggiano sul lago o direttamente sulle sponde. L’acqua è talmente pura da essere stata certificata e da essere persino potabile.

volk-baths-islanda-lago

@Vok Baths

Le antiche popolazioni che le scoprirono erano convinte che sotto il fondo del lago vivesse un mostro che era in grado di sciogliere il ghiaccio dell’inverno.

Immersi in queste piscine uniche nel loro genere si può godere dello splendido panorama del lago Urriðavatn e del paesaggio incontaminato che lo circonda.

Per un salutare effetto caldo-freddo che riattiva la circolazione ci sono poi delle grotte gelide e delle saune proprio in riva al lago dove entrare e uscire liberamente. Poiché in questa zona dell’isola vi sono poche fonti termali, i Vök Baths sono un’attrazione imperdibile per quei pochi turisti che si avventurano da queste parti.

volk-baths-islanda-piscine-galleggianti

@Vok Baths

Come avviene alla Blue Lagoon, anche qui ci sono camerini dove cambiarsi, docce e armadietti dove riporre i propri effetti personali e si possono persino noleggiare asciugamani e costumi.
D’estate sono aperti dalle 11 alle 23, mentre d’inverno dalle 10 alle 22. L’ingresso costa 35 euro (la Blue Lagoon 48 euro, motivo in più per scegliere i bagni Vök). Possono accedervi anche i bambini a partire da zero anni.

La città più grande e più vicina ai Vök Baths è Egilsstaðir che dista solamente cinque chilometri. È una città molto giovane, nata solamente alla fine degli Anni ’50 da una fattoria che si trovava proprio lungo la Strada 1, la celebre Ring Road percorsa da tutti i turisti perché tocca i punti principali dell’Islanda e che rappresenta un importante snodo anche per l’Est dell’isola.

In questa zona sono diverse le attrazioni da visitare oltre ai bagni termali. Come la cascata Hengifoss che, con un salto di 128 metri, è la terza più alta dell’Islanda; la più grande foresta del Paese, Hallormsstaðaskógur e la gigantesca diga di Kárahnjúkar.

volk-baths-islanda-panorama

@Vok Baths

Immergersi nelle piscine calde dell’Islanda dove non c’è&...