Il piano dell’Italia per le isole Covid-free, 30 meraviglie ci attendono

Le isole italiane diventano Covid-free, per prepararsi alla stagione estiva: ecco tutti i dettagli dell'iniziativa per rilanciare il turismo

Il turismo italiano riparte dalle isole: prende il via in questi giorni il piano per renderle Covid-free, così che siano pronte ad accogliere i viaggiatori in tempo per l’inizio della stagione estiva. Un modo perfetto per rilanciare un settore che mai come nell’ultimo anno ha vissuto una crisi terribile.

Sono 30 le realtà italiane che fanno parte di questo progetto per garantire la ripartenza del turismo, sparse in tutta la penisola: dalla Sicilia alla Sardegna, dalla Campania alla Toscana, passando naturalmente per la Puglia e il Lazio. Le isole minori stanno iniziando una campagna di vaccinazione di massa dei suoi abitanti affinché, nel giro di un paio di mesi, possano essere considerate mete sicure per i viaggiatori che vogliano tornare a visitarle. Un’iniziativa, questa, che è partita dalla Grecia e ha trovato ampia diffusione anche fuori dai suoi confini, facendo ben presto riflettere anche sulla situazione delle isole italiane.

Inizialmente il piano per vaccinare rapidamente tutti coloro che risiedono sulle isole minori aveva trovato molti ostacoli nella sua adozione, sebbene fosse da alcuni considerato prioritario per motivi sanitari: spesso queste piccole comunità presentano caratteristiche tali – difficoltà nel raggiungere la terraferma e carenza di servizi ospedalieri – da rendere necessario un intervento massiccio. Ora, finalmente l’iniziativa isole Covid-free diventa realtà, anche per rispondere ad esigenze di tipo turistico.

La Campania è già a buon punto: Procida può vantare già un tasso di vaccinazione corrispondente a circa il 92% della sua popolazione, essendo ufficialmente la prima isola Covid-free d’Italia. A Capri la campagna vaccinale potrebbe terminare già la prossima settimana e per Ischia si calcola sia necessario attendere fine mese. Per quanto riguarda il Lazio, le stime parlano di un mese per completare l’immunizzazione di tutti coloro che abitano a Ponza e Ventotene. A buon punto anche la Puglia, dal momento che le isole Tremiti contano ormai la metà della loro popolazione vaccinata.

Hanno inizio in questi giorni la campagna in Toscana, sull’isola del Giglio e a Capraia, mentre l’Elba dovrebbe avere copertura completa entro l’inizio di giugno. Stesso programma per le isole di San Pietro e della Maddalena, in Sardegna. Infine, anche la Sicilia va a spron battuto: nelle ultime ore è cominciato il piano di vaccinazione nelle Eolie, e in particolare a Salina, mentre tra qualche giorno toccherà agli abitanti di Stromboli, Vulcano,Alicudi e Filicudi. Nel giro di un paio di settimane, tutte queste isole – incluse Panarea e Lipari – saranno Covid-free.

Le tempistiche si allungano un pochino per le Egadi, perché la popolazione di Favignana, Levanzo e Marettimo (a cui si va ad aggiungere quella di Ustica) verrà chiamata per il vaccino la prossima settimana. Si stima infine che servirà qualche giorno in più per Lampedusa e Linosa, dal momento che sono più lontane e, nel caso della prima, con una popolazione più numerosa.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il piano dell’Italia per le isole Covid-free, 30 meraviglie ci a...