Passaporto sanitario delle linee aeree: cos’è e quando arriva

Grazie al nuovo documento le compagnie aeree potranno sapere subito lo stato di salute dei passeggeri e se hanno effettuato il vaccino anti-Covid19

Tornare a volare in totale sicurezza dopo il Coronavirus si potrà fare. Sono tante le ipotesi che coinvolgono le compagnie aeree ma c’è una nuova certezza: l’arrivo, per l’anno 2021, del passaporto sanitario sullo stato di salute dei passeggeri.

Ecco dunque che la IATA (International Air Transport Association) sta progettando lo IATA Travel Pass ovvero un lasciapassare sanitario digitale che verrà reso disponibile tramite un’applicazione sullo smartphone. Tra i principali vantaggi di questo strumento, la certezza della negatività dei passeggeri al Covid-19, che permetterà di evitare la quarantena obbligatoria a supporto di una riapertura sicura delle frontiere.

La pandemia che ha colpito tutto il mondo non solo ha costretto a rivedere il nostro modo di viaggiare, ma anche imposto severe regole per la sicurezza sanitaria tra cui l’autocertificazione e la quarantena preventiva e/o obbligatoria in attesa dei risultati del test. Grazie al passaporto sanitario digitale, invece, questo non sarà più necessario. Anzi, il flusso sarà anche più snello.

Nello specifico, infatti, l’applicazione fornirà ai viaggiatori non solo tutte le informazioni sulle restrizioni applicate nei Paesi di destinazione, ma anche la lista dei laboratori in cui poter fare i tamponi prima di partire, i cui risultati saranno visibili subito alle autorità. Nella stessa scheda si potranno avere a portata di mano anche una copia dei documenti di viaggio (ovvero dei biglietti aerei e il passaporto in formato elettronico), ma soprattutto verrà indicato se il viaggiatore ha effettuato o meno il vaccino (una volta che questo sarà disponibile e accessibile a tutti). In questo modo si avranno subito tutte le informazioni e le procedure di imbarco saranno ridotte al minimo, proprio come i contatti.

Per quanto riguarda le tempistiche di rilascio dell’applicazione, invece, questa verrà resa disponibile nei primi mesi del 2021 e sarà completamente gratuita per passeggeri e autorità. Solo le compagnie aeree dovranno pagare una piccola tassa per ogni passeggero che la utilizzerà.

C’è da aggiungere, ad ogni modo, che diverse compagnie stanno già introducendo l’obbligo di vaccinazione per i passeggeri. Ne è un esempio Qantas, la principale compagnia dell’Australia, che ha fatto discutere moltissimo con questa sua proposta e ha diviso non solo il mondo della politica, ma anche il popolo dei viaggi.

Diversa l’idea avanzata da Emirates, bandiera dell’Emirato Arabo di Dubai e compagnia più sicura al mondo; che ha proposto la copertura gratuita delle spese sostenute dai turisti che hanno contratto il Covid-19 durante il viaggio. Per quanto riguarda Ryanair e Lufthansa, infine, tra i principali in Europa, sembra che non faranno l’obbligo del vaccino una condizione necessaria per partire.

Passaporto sanitario linee aree

Fonte: iStock

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Passaporto sanitario delle linee aeree: cos’è e quando arriva