Non solo Oktoberfest. Ecco dove si beve di più

Dalla Moldavia alla Repubblica Ceca, da Andorra all'Ungheria senza dimenticare la Russia, ecco i Paesi che non rinunciano mai all'alcol

Ci sono Paesi in cui, per divertirsi, ci si dà all’alcol. Basti pensare al successo dell’Oktoberfest che si è appena concluso a Monaco di Baviera, in Germania, per farsi un’idea. Se siete appassionati del genere, ecco dove trascorrere una piacevole vacanza.

E’ soprattutto nell’Europa dell’Est, dove fa molto freddo, che si concentrano le maggiori quantità consumate, dalla birra al vino alla immancabile vodka.

Tra i Paesi più ‘bevitori’ c’è la Moldavia i cui abitanti consumano a testa l’equivalente di 18,2 litri di alcol puro all’anno. Non rinunciano alla birra nella Repubblica Ceca dove il prezzo della ‘bionda’ è popolare e guai a chi lo tocca. Qui la cui media di consumo annuale di alcol è di 16,4 litri per cittadino.
 
Sarà per il freddo siberiano, ma in Russia non sono da meno: i russi bevono 15,7 litri di alcol ogni anno a testa (donne comprese), così come in Ucraina, dove il consumo medio di ogni abitante in un anno si aggira intorno ai 15,6 litri. Anche l’Estonia è tra i Paesi più alcolizzati del mondo, con un consumo annuale di 15,5 litri a persona.

In Ungheria ogni cittadino manda giù in media 16,2 litri ogni anno e in Romania 15,3 litri. La media di alcol puro consumata in Slovenia è di 15,19 litri per abitante.

Nel piccolo Stato di Andorra 15,5 litri di alcol consumati in media da ogni abitante, con una netta preferenza per il vino. Mentre in Bielorussia niente vino o birra, gli abitanti preferiscono i superalcolici.

E se volete sapere perché si preferisce usare l’alcol denaturato al posto dell’alcol puro, cliccate qui.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Non solo Oktoberfest. Ecco dove si beve di più