Olanda, i coffee shop riaprono ai turisti

E' arrivata la decisione del governo olandese di riaprire i coffee shop ai turisti stranieri

L’Olanda riapre i coffee shop ai turisti. È durata solo pochi mesi, dunque, la decisione del governo olandese di vietare l’ingresso nei celebri locali “fumatori” a chi non fosse residente nei Paesi Bassi. Dopo tante lamentele da parte dei numerosissimi turisti che, una volta arrivati ad Amsterdam, scoprivano di non poter entrare liberamente nei coffee shop, è arrivato il dietrofront dell’esecutivo orange.

La scelta è stata motivata dal sindaco della capitale olandese con il proposito di limitare al massimo lo spaccio di sostanze stupefacenti lungo le strade e, di conseguenza, mettere un freno alla criminalità. Oltre alle motivazioni ufficiali, non va sottovalutata la ricaduta economica che la chiusura dei coffee shop ha avuto sul flusso turistico nella capitale e in tutto il Paese. La decisone del governo olandese dà la possibilità alle singole municipalità di vietare o meno l’ingresso nei coffee shop ai turisti stranieri, Amsterdam ha già deciso per il sì, i suoi 220 locali per fumatori, evidentemente, non potevano più aspettare.

Mai come adesso, quindi, i Paesi Bassi tornano ad essere una delle mete preferite da giovani e giovanissimi per le proprie vacanze. Dopo che anche la Spagna, soprattutto Madrid, ha provato a fare concorrenza ad Amsterdam aprendo i suoi primi coffee shop, per completare la “Voglia di Olanda” sono arrivate tantissime offerte low cost per raggiungere la capitale olandese con voli dalle principali città europee.

Olanda, i coffee shop riaprono ai turisti