Come cambierà l’aeroporto di Bergamo Orio al Serio

Scopriamo le principali novità previste per l'aeroporto di Bergamo, presto uno dei più importanti in Europa

È il terzo aeroporto in ordine di importanza in Italia, e presto il suo predominio si estenderà anche a tutta Europa: l’aeroporto di Bergamo Orio al Serio sta vivendo un momento di gloria, tra nuove rotte previste per i prossimi mesi e tanti altri grandi cambiamenti.

Lo slancio per dare vita alle innumerevoli novità per il terzo scalo di Milano è stato dato dalla chiusura temporanea dell’aeroporto di Linate, che ha deviato il traffico tra Malpensa e Orio al Serio.

Per far fronte a questo momentaneo aumento nel flusso dei passeggeri, l’aeroporto di Bergamo ha incrementato le rotte e aggiunto nuovi operatori. Attualmente, sono attivi quattro nuovi voli giornalieri di Alitalia per Roma – con la riapertura di Linate ne resteranno comunque tre al giorno – e tre voli settimanali di Blue Panorama con destinazione Reggio Calabria. Mentre altre novità sono previste per vettori quali Volotea e Albastar, che hanno deciso di aumentare le proprie frequenze, rispettivamente con nuovi collegamenti verso Est e con il collegamento di linea verso Catania.

Un’altra delle novità principali riguarda, invece, le rotte estere: dall’1 settembre 2019, da Orio al Serio tornerà a partire la British Airways, con voli diretti verso Londra-Gatwick. Sebbene parte di questo grande successo possa essere attribuito alla chiusura di Linate, bisogna anche dare merito allo scalo di Bergamo di aver già da tempo profuso tutto il suo impegno per incrementare l’attività. Per la fine del 2019, l’obiettivo è quello di aumentare il flusso di viaggiatori del 5%. Ciò che invece sembra aver subito maggiormente l’influenza dei lavori infrastrutturali in corso a Linate è l’utilizzo dello scalo di Orio al Serio per i voli privati. In questo ambito potrebbe addirittura segnarsi un raddoppio del volume del traffico aereo.

Ma i cambiamenti a Bergamo non riguardano solamente le nuove rotte. Sono previste diverse novità che faranno dello scalo di Orio uno dei più importanti in Europa, nel prossimo futuro. Uno dei primi progetti già approvati è quello di un collegamento ferroviario diretto tra la stazione di Milano Centrale e l’aeroporto bergamasco, che dovrebbe vedere la luce nel corso dei prossimi quattro anni. Nel frattempo, proseguono i lavori di ampliamento: la nuova ala Est, destinata alle partenze extra-Schengen, aprirà nel 2020 e vedrà raddoppiare i gate di partenza. L’anno successivo sarà, invece, il turno dell’ala Ovest, dedicata ai voli Schengen, con l’apertura di sei nuovi gate. Infine, sono previsti lavori di ampliamento per i parcheggi dell’ala Nord.

aeroporto

Come cambierà l’aeroporto di Bergamo Orio al Serio