“Nazione dell’anno”, il premio va alla verde Slovenia

Il Paese più green d'Europa sa conquistare i viaggiatori con i suoi paesaggi incontaminati, la bellezza della natura e la qualità dei servizi

È la Slovenia, con i suoi paesaggi lussureggianti, i suoi laghi e le pianure verdi, la “Nazione dell’anno” tanto da essersi aggiudicata il primo premio agli Awards 2020 Food and Travel Italia. Un importante riconoscimento per tutte le eccellenze sia italiane sia internazionali che, in qualche modo, si sono contraddistinte per la qualità dei servizi e per la bellezza dei luoghi.

La Slovenia ottiene dunque il primo premio perché questo Paese a due passi dall’Italia, noto per le montagne, le stazioni sciistiche e i laghi (ma non solo) offre la possibilità di vivere esperienze uniche e autentiche a contatto con la natura più incontaminata.

Del resto, qui, la natura è una parte fondamentale tant’è che una delle mete più amateè proprio il lago di Bled, un posto da fiaba che porta lo stesso nome del paesino che si affaccia sulle acque. Una cittadina romantica che, alle pendici delle Alpi Giulie, non raggiunge i 5mila abitanti e in cui si arriva percorrendo una strada panoramica, totalmente immersi nella natura. Un luogo davvero incantevole con la chiesetta gotica sulle sponde del lago e il castello, arroccato sulla rupe, che domina tutto il paesaggio.

Una meta che, al confine con l’Italia, si raggiunge in poche ore e che si va ad aggiungere ad altri borghi e cittadine come Maribor, apprezzata soprattutto da chi pratica lo sci, e Lasko, per le sue terme, senza dimenticare Lubiana, la Capitale verde che mischia stili architettonici, ora medievali ora Liberty, ricca di botteghe e caffetterie.

Gli amanti della natura potranno vedere, poi, le Saline di Sicciole a Pirano, con il suo ecosistema bellissimo, oppure le Grotte di Postumia, un mondo sotterraneo illuminato da 483 luci che si può visitare a bordo di un trenino. All’esterno, nelle vicinanze, da ammirare anche Castel Lueghi, l’unico castello europeo costruito nella roccia.

Infine, chi vuole fare un viaggio qui non può non andare a visitare le Gole di Mostnica, nel Parco Nazionale del Triglav (l’area protetta più grande della Slovenia), immerse tra boschi, rocce, cascate: un vero incanto. Senza dimenticare un giro alle Cascate di Savica, tra le più belle di tutta la regione. Raggiungibili a piedi, in escursione, le cascate sono vicine al Lago di Bohinj, uno specchio d’acqua dalle acque limpide e cristalline, il più esteso di tutta la Slovenia che può essere attraversato anche in barca.

Un motivo in più per programmare un bel viaggio in Slovenia è la sua gastronomia. Per la prima volta nel 2020 anche qui è stata pubblicata la Guida Michelin che comprende sei chef stellati. Due Stelle Michelin sono state conferite alla chef Ana Roš, del ristorante Hiša Franko di Caporetto, considerata la chef donna migliore del mondo.

Gli altri cinque ristoranti ad aver ricevuto la loro prima Stella Michelin sono il Pri Lojzetu a Vipava dello chef Tomaž Kavčič, il Dam di Nova Gorica dello chef Uroš Fakuč, l’Hiša Denk a Maribor dello chef Gregor Vračko, l’Atelje di Lubiana dello chef Jorg Zupan e Vila Podvin a Radovljica con lo chef Uroš Štefelin.

Nazione anno premio alla verde Slovenia

La verde Slovenia. Fonte: iStock

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

“Nazione dell’anno”, il premio va alla verde Sloveni...