Montana, il grizzly è tornato e semina il panico

Numerosi avvistamenti del temibile orso grizzly, gli abitanti della zona hanno paura delle sue incursioni vicino al paese

In Montana torna il grizzly e gli abitanti temono i suoi attacchi, sembra affamato e non avverte il pericolo della vicinanza con l’uomo. A Creston ci sono stati già numerosi avvistamenti. Il Montana Fish, Wildlife & Parks ha informato che sono stati visti quattro esemplari proprio in quest’area. Nel mese di aprile ci sono state numerose incursioni dell’orso, alla ricerca di cibo. E’ stata vista anche una orsa femmina, insieme ai piccoli, che si nutriva di un cervo appena cacciato.

L’animale è stato allontanato dagli spari di un cacciatore, che non l’ha colpita, perché non sono state rinvenute tracce di sangue, ma sul posto sono state messe telecamere per vedere se potesse tornare. In effetti nello stesso posto, dov’era rimasta la carcassa del cervo, è stato visto anche un enorme esemplare maschio avvicinarsi in serata.
 
Il grizzly, un orso grigio di notevole dimensione è il più grosso carnivoro terrestre insieme all’orso polare e all’orso kodiak. Vive nelle foreste delle zone montuose e i maschi possono raggiungere i 360 chili di peso. La popolazione è stata decimata dalla caccia spietata, che ha ridotto le sue zone di appartenenza. Questi grandi animali sono molto pericolosi per l’uomo perché violenti e aggressivi.
 
John Fraley, direttore del centro Montana Fish, Wildlife and Parks, spiega: "Probabilmente si tratta di una coppia di orsi, il ritorno in queste zone del grizzly appare ormai evidente".

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Montana, il grizzly è tornato e semina il panico