Mini vacanze di Natale e Capodanno 2013: è boom

Con la crisi gli italiani partiranno, ma per pochi giorni e con un piccolo budget

La crisi stressa. E gli italiani non riescono a rinunciare alle vacanze, anche in brutti periodi come quello che stiamo attraversando. Ecco perchè circa il 50% di coloro che partiranno per una breve vacanza, anche solo di due giornidurante le festività tra Natale e Capodanno lo fa perché ha bisogno di riposo e relax.

La maggior parte sceglie mete vicine e culturali. Boom delle città d’arte italiane, prima fra tutte Palermo, ma anche delle Capitali europee. Parigi in testa, seguita da Londra, Berlino e Amsterdam. Ma da scoprire ci sono anche pittoresche cittadine d’Europa, come Nantes, Strasburgo, Lione, Bordeaux Bucarest.

La montagna sembra soffrire l’inverno ‘ritardato’: lo scorso anno, infatti, secondo i dati di Confesercenti, l’aveva scelta il 41% di chi partiva, mentre quest’anno solo il 30.

In terza posizione, la vacanza in campagna, in albergo o agriturismo, le cui richieste sono raddoppiate quest’anno (tra il 2012 e il 2013 passano dal 6 al 12%).

Al quarto posto gli italiani scelgono il mare, seguito dalle terme (7%).

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mini vacanze di Natale e Capodanno 2013: è boom