Le Maldive festeggiano oltre 4.500 turisti in un solo giorno

Il turismo riparte dalle Maldive: il paradiso esotico vanta numeri da record, in questo periodo difficile

Pian piano, il turismo sta vivendo un momento di ripresa: dopo lunghi mesi all’insegna delle frontiere chiuse per arginare la pandemia, sono molti i Paesi che stanno infine riaprendo al turismo. Le Maldive, tra i primi ad accogliere nuovamente i visitatori, ora raggiungono numeri da record.

Ad annunciare la bella notizia è il ministro del turismo Abdulla Mausoom, che in un tweet ha rivelato come, nella giornata del 19 dicembre 2020, le Maldive abbiano registrato ben 4.567 ingressi in un solo giorno – il maggior numero da mesi a questa parte. Un successo che va ad aggiungersi a quelli già ottenuti in precedenza, come il 100.000° turista dalla riapertura dei confini e il 500.000° turista dell’anno.

Cifre, naturalmente, che vanno viste in un’ottica decisamente diversa dal solito: questo 2020 è stato un anno speciale, a causa della pandemia di Covid-19 che ha messo in ginocchio – tra gli altri – il settore turistico a livello mondiale. La scorsa primavera, moltissimi Paesi hanno chiuso i confini per limitare la diffusione del virus, e dopo un’estate che ha visto una parziale riapertura le misure di sicurezza si sono fatte nuovamente più stringenti con l’arrivo dell’autunno.

Ora, però, diversi Paesi stanno lentamente tornando alla normalità: nei giorni passati abbiamo parlato della riapertura delle frontiere dell’Oman e delle Seychelles, così come di quelle della Thailandia e del Perù. Il record registrato dalle Maldive è solo un ulteriore segnale di come il turismo stia pian piano ripartendo. L’arcipelago tropicale aveva riaperto i confini lo scorso 15 luglio, e sebbene negli ultimi mesi abbia introdotto piccole restrizioni (come il coprifuoco in determinate aree) non ha mai smesso di accogliere turisti.

Per volare alle Maldive è necessario essere in possesso di un visto d’ingresso e di un tampone molecolare negativo al Covid-19. È inoltre ancora vietato lo sbarco di navi da crociera e yacht. Poiché è possibile che i requisiti d’ingresso vengano modificati anche con poco preavviso, è bene fare sempre riferimento al sito ufficiale della Farnesina, così da avere informazioni aggiornate.

Ricordiamo inoltre che per la normativa italiana, sulla base di quanto previsto dal Dpcm in vigore dal 3 dicembre e dalle recenti modifiche introdotte dal 18 dicembre, è possibile viaggiare verso le Maldive solamente per motivi di lavoro, salute o urgenza. Al ritorno, è obbligatorio sottoporsi ad un periodo di quarantena fiduciaria di 14 giorni.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Le Maldive festeggiano oltre 4.500 turisti in un solo giorno