Maldive, 14 nuove isole aprono ai turisti

Nuovi resort low cost apriranno a breve su isole ancora deserte, grazie anche al nuovo aeroporto inaugurato sull'atollo di Gaafu Alifu

Un arcipelago formato da 1.190 isole coralline su 26 atolli immerso nell’Oceano Indiano. Di esse, solo 200 sono abitate, alcune da maldiviani, altre aperte esclusivamente ai turisti. Ogni atollo ha la propria barriera corallina, motivo per cui molti turisti scelgono questa meta per le loro vacanze. Ogni barriera è circondata da una laguna, dove sorgono una serie di isole. Le barriere coralline sono piene di vita e sono caratterizzate da innumerevoli creature marine e coralli dai colori vivaci.

Tra poco saranno aperte 14 nuove strutture, costruite su 14 isole oggi disabitate. Almeno quattro di loro, le più grandi, saranno dedicate alla costruzione di hotel 3 e 4 stelle, destinati a soddisfare la domanda inglese, ma anche di tutti coloro che cercano una vacanza low cost. I 14 hotel si aggiungono ai nuovi 60 resort già in costruzione. Lo scopo è di riuscire a diffondere il turismo anche nella zona Sud dell’arcipelago, dove lo scorso settembre è stato inaugurato il nuovo aeroporto Kooddoo, sull’atollo di Gaafu Alifu.

L’annuncio è stato dato dal ministro maldiviano del Turismo, Ahmed Adheeb Abdhul Gafoor, che ha anche fatto sapere che sono in calo gli arrivi dall’Europa, in particolare da Gran Bretagna e Italia. Sono in crescita, invece, i turisti provenienti dalla Cina.

Le Maldive sono raggiungibili con voli diretti dall’Italia. Per trascorrere una vacanza su uno degli atolli è consigliato acquistare un pacchetto all inclusive, ma gli afecionados ormai sanno come muoversi e sono in grado di programmare una vacanza fai-da-te su un’isola concordando i prezzi direttamente con il resort scelto e prenotando un volo diretto a Malè.

Maldive, 14 nuove isole aprono ai turisti