Lunedì dopo le 21: l’ora della febbre da vacanza

Secondo una ricerca, gli Italiani preferiscono prenotare le vacanze il lunedì sera, tra le 21 e le 23

“Odio i lunedì” canta Vasco Rossi. E forse proprio per questo è il lunedì sera il giorno in cui veniamo presi dal raptus della ricerca delle vacanze. E’ un’indagine Trivago a svelarlo: agli Italiani piace iniziare la settimana programmando un nuovo soggiorno.

Il lunedì è un giorno un po’ pesante per tutti, ma agli Italiani piace concluderlo pensando a un prossimo viaggio: la ricerca della struttura ideale per una nuova vacanza si concentra infatti il lunedì sera, tra le 21 e le 23. Lo spaccato sulle abitudini dei viaggiatori del Bel Paese mette in luce aspetti più conosciuti e altri meno: ad esempio, agli Italiani piace riprendersi dalle fatiche del lunedì cercando un hotel online.

L’Osservatorio Trivago, con questa indagine, mette in luce altri aspetti delle abitudini dei viaggiatori analizzando il comportamento dei propri utenti sulla piattaforma italiana del portale. Agli Italiani, si sa, piace fare le cose last-minute, anche quando si tratta di andare in vacanza. La maggior parte degli utenti italiani effettua la ricerca del proprio hotel ideale a poca distanza da date importanti come Ferragosto o Capodanno. Infatti, il picco di ricerche per le vacanze natalizie si registra intorno alla 49ª settimana dell’anno, mentre per quelle estive intorno alla 32ª, solitamente proprio agli sgoccioli del 15 agosto.

Le ricerche hotel si concentrano in estate: la stagione preferita per le vacanze degli Italiani è senza ombra di dubbio l’estate, periodo in cui si concentrano le ricerche hotel. Ma non è solo la bella stagione a far fare le valigie agli utenti della Penisola: che sia per la settimana bianca o per sfuggire al freddo pungente, tanti Italiani scelgono di partire anche in inverno. Ammirare gli alberi in fiore magari lontano da casa attira di più che il foliage: tra le mezze stagioni, la primavera anticipa l’autunno per numero di ricerche hotel.

I soggiorni degli Italiani si allungano in estate ma spendono di più in un’altra stagione: gli Italiani trascorrono in media 3 notti in hotel, l’unico periodo dell’anno che fa eccezione è l’estate, dove si concedono una notte in più. Quello che varia a seconda delle stagioni è la disponibilità a spendere. Gli Italiani decidono di destinare qualche euro in più al proprio hotel in primavera, quando spendono in media 150 euro a notte. L’estate viene subito dopo, con una spesa media a notte di 140 euro, seguita da inverno con 120 euro e autunno, 118 euro.

Roma la preferita degli Italiani, tranne in estate: a ogni città la sua stagione, o quasi: Roma prescinde dalla stagionalità e guida la classifica delle mete più ricercate dagli Italiani in tre dei quattro periodi dell’anno. Per quanto riguarda l’estate, la regina incontrastata è Rimini, che supera la Capitale per numero di ricerche da giugno a fine agosto. All’estero, invece, Parigi è la meta preferita in inverno, Londra in primavera e autunno, mentre Barcellona in estate.

Lunedì dopo le 21: l’ora della febbre da vacanza