A Londra nasce un café tenerissimo, in cui coccolare i Pomerania

A maggio a Londra sarà possibile passare una giornata insieme ai volpini di Pomerania durante l'evento Pom Café pensato per l'uscita di Pets 2

Se siete amanti degli animali, in particolare dei cagnolini morbidi tutti da accarezzare, e il 12 maggio vi trovate a Londra, non potete perdervi l’evento pop-up Pom Café, organizzato presso il bar ristorante Happenstance, vicino alla Cattedrale di Saint Paul.
Per tutta la giornata potrete trovare i volpini, più propriamente denominati spitz nani, di Pomerania, cagnolini buffi e teneri, dal pelo folto e con un musino simpatico, tutti da coccolare: un vero e proprio raduno, pensato per tutti gli amanti di questa razza canina.

L’evento è stato organizzato dall’associazione Pug Café, presente da tempo nella capitale britannica, in collaborazione con Universal Pictures UK, per promuovere l’uscita del film The Secret life of Pets 2 (Pets – Vita da animali 2), in particolare in onore di Gidget, il volpino di Pomerania, protagonista femminile a quattro zampe dell’animation movie.

Si tratta di un’occasione per trascorrere del tempo con i propri amici a quattro zampe, tra un caffè e uno spuntino rigorosamente dog friendly. Il bar offrirà un menù apposito a tema, con pupcakes, ovvero pancakes canini; dognuts ispirati alle famose ciambelle; pompops ghiaccioli canini, pupcornpawsecco, che riprende il prosecco, e molto altro. Ogni volpino riceverà un pupuccino gratis e un gadget a tema Pets.

Per gli umani, invece, è stato pensato un menù speciale con caffè, cocktails e cupcakes customizzati in onore del film, con diversi spazi per rilassarsi con il proprio cane dalle 12.30 fino alle 4.15. Si possono prenotare slot di 70 minuti ad un prezzo di 10 sterline (circa 11 euro) per i proprietari di volpini e 14  (16 euro) per gli amanti di questi animali o pom-enthusiasts.
Ci sono già stati diversi incontri a tema canino a Londra, a partire dal Pug Day, dedicato ai carlini, da cui prende il nome l’associazione, pug è il termine inglese che indica proprio quella razza, poi pensati anche per bassotti e bulldog o a tema, come l’evento per Halloween.

I bar cafè di questo tipo, dove è possibile intrattenersi con i cuccioli a quattro zampe, sono sempre più popolari tra i turisti ma anche tra i locals.
L’idea in realtà nasce con i neko café giapponesi, dedicati ai gatti, oramai si sono diffusi in tutto il mondo, dove è possibile coccolare o semplicemente passare del tempo in compagnia dei piccoli felini. Lo stesso concetto è stato poi applicato anche ai cani, con la nascita di dog café in giro per il mondo, dalla Corea del Sud a Vancouver, Bangkok e Los Angeles.

In Italia molti locali sono oramai pet friendly, e l’ingresso con un amico a quattro zampe è consentito quasi ovunque, mentre nei posti più attenti ci sono ciotole con acqua e il personale prepara qualcosa da mangiare anche ai non umani. Si iniziano a trovare anche veri e propri  dog bar in particolare nelle grandi città, come il Bau Bar a Torino, nella speranza che si diffondano sempre di più.

A Londra nasce un café tenerissimo, in cui coccolare i Pomerania