Liverpool: Strawberry Field dei Beatles diventa un’attrazione turistica

Il celebre orfanotrofio cantato dai Beatles in un loro grande successo apre al pubblico per la prima volta

Non tutti sanno che la celebre canzone Strawberry Fields Forever dei Beatles parla di un luogo realmente esistito, e che da diversi anni versa in stato di declino. Ora però l’ex orfanotrofio riapre i battenti e diventa un’attrazione turistica, oltre che un centro di formazione per i ragazzini in difficoltà.

Liverpool ha deciso di aprire al pubblico uno dei più prestigiosi pezzi di storia dei grandissimi Fab Four, il famoso orfanotrofio che la band ha reso immortale con la loro canzone. La struttura sorge a Woolton, sobborgo della città inglese in cui John Lennon è cresciuto assieme ai suoi zii dopo che venne sottratto dalle cure di sua madre. E proprio nei giardini di Strawberry Field, all’epoca un grande orfanotrofio gestito dall’Esercito della Salvezza, il ragazzino si rifugiava assieme ai suoi amici per giocare.

Un luogo, dunque, diventato simbolo della storia di uno dei più grandi protagonisti della musica del secolo scorso, che per tantissimi anni è rimasto chiuso e ha permesso ai fan dei Beatles solamente di immaginare ciò che si celava dietro quei famosi cancelli rossi. Dal 14 settembre 2019 finalmente quegli stessi cancelli si sono riaperti, e hanno permesso ai più curiosi di scoprire quello che si trova dall’altra parte, e che per lunghi anni ha intrattenuto John e i suoi amici quando erano ancora dei ragazzini.

Il progetto è davvero molto interessante. Dopo essere stato abbandonato nel 2005, l’ex orfanotrofio è stato rimesso a nuovo ed è ora visitabile al pubblico. Al suo interno, una zona è dedicata alla storia dei Beatles, con una mostra interattiva su John Lennon intitolata Strawberry Fields Nothing is Real. Qui è possibile rivivere l’infanzia e l’adolescenza della celebre star britannica, così come i momenti più salienti della sua vita adulta e tutto ciò che riguarda il suo immane lavoro in ambito musicale. Alcune interviste video con gli altri membri dei Beatles e con Julia Baird, sorellastra di John Lennon nonché presidentessa onoraria del centro, arricchiscono la mostra.

Ma l’idea di fondo è molto più ampia, e non mira solamente ad intrattenere i turisti. Il centro è infatti anche un luogo d’incontro per ragazzini con difficoltà di apprendimento: vengono istituiti dei corsi di formazione per giovani dai 18 ai 25 anni, con l’obiettivo di stimolare le loro abilità e la loro inclusione sociale. Strawberry Field è dunque un luogo speciale, come rivelano anche le parole di Anthony Cotterill dell’Esercito della Salvezza: “John Lennon ha trovato rifugio qui da bambino, ed è proprio questo ciò che vogliamo offrire a tante altre persone aprendo i cancelli di Strawberry Field per sempre”.

L’ingresso ai giardini e al nuovo café shop è gratuito, mentre per entrare all’interno del centro e visitare la mostra bisogna acquistare il biglietto, il cui ricavato andrà a sostegno dei programmi per i ragazzi in difficoltà. Il costo è di 12,95£ per gli adulti e di 8£ per studenti, bambini sotto i 16 anni e anziani.

Strawberry Field

I cancelli di Strawberry Field, a Liverpool – Fonte: Ph. littleny (iStock)

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Liverpool: Strawberry Field dei Beatles diventa un’attrazione tu...