La Lituania riapre ai turisti italiani, le bellezze da non perdere

È tempo di tornare ad ammirare le meraviglie della Lituania: ecco come fare e quali località assolutamente non perdere

Città incantevoli e paesaggi mozzafiato, dominati da una natura incontaminata: la Lituania ha davvero tantissime bellezze tutte da scoprire, e ora che le autorità locali hanno allentato le misure di sicurezza è possibile tornare a visitare questo Paese magico in tutta serenità.

Già a partire dal 21 giugno, la Lituania aveva iniziato ad accettare i turisti italiani senza obbligo di autoisolamento per 10 giorni, come previsto dalla precedente normativa. I requisiti per l’ingresso erano i soliti: tampone negativo effettuato entro le 72 ore prima dell’arrivo, completamento del ciclo vaccinale contro il Covid-19 o certificato di guarigione dall’infezione. Con l’introduzione del Green Pass europeo, per i viaggiatori è diventato ancora più facile raggiungere il Paese: le autorità riconoscono già il certificato Covid digitale dell’EU.

È tempo, quindi, di tornare ad esplorare i suoi luoghi più belli, per (ri)scoprire le meraviglie della Lituania. Meglio ancora se lo facciamo con un viaggio on the road, che ci permette di spostarci agilmente lungo tutto il Paese facendo tappa presso le sue località imperdibili. Uno dei tour assolutamente da fare è quello che ci conduce all’esplorazione della parte meridionale della Lituania, attraversando tre delle sue città principali.

Vilnius, la capitale, è il perfetto connubio di antico e moderno: splendide chiese storiche svettano accanto a palazzi futuristici, regalandoci soggezioni uniche. Kaunas è invece un vero capolavoro di architetture gotiche, rinascimentali e barocche, un tuffo nel passato che ci offre uno scorcio indimenticabile di questo Paese stupendo. Infine, eccoci a Trakai: oltre ai suoi bellissimi laghi, la città possiede uno dei castelli medievali più suggestivi d’Europa, splendido edificio in mattoni risalente al XIV secolo.

Laghi e castelli, d’altronde, sono una caratteristica che attraversa la Lituania da nord a sud. Dopo aver ammirato la meraviglia della natura selvaggia nel cuore del parco nazionale dell’Aukstaitija, ci si può spostare verso est per godere del panorama mozzafiato dei piccoli specchi d’acqua turchese nel Zarasai, o per visitare gli antichi manieri del XIX secolo. Chi invece vuole esplorare il versante lambito dal mar Baltico, può andare alla scoperta dei piccoli villaggi marinari come Dreverna: tra le loro viuzze, si respira un’atmosfera incredibile ed è come fare un vero e proprio viaggio nel tempo.

Le splendide spiagge della Lituania sono un’altra attrattiva interessante. La Laguna di Curonia è il luogo ideale per chi ama guardare il cielo e fare birdwatching, mentre il sottile sentiero di sabbia che la collega al mar Baltico (chiamato Curonian Spit) è di una bellezza unica al mondo. Le lunghe distese sabbiose del Paese sono da sempre considerate tra le più affascinanti d’Europa, e per il loro valore paesaggistico sono persino protette dall’UNESCO. Qual miglior occasione per goderne appieno, se non un tour lungo il litorale lituano?

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La Lituania riapre ai turisti italiani, le bellezze da non perdere