Intervista a Sergio Caputo, il Garibaldi innamorato

Sergio Caputo vive fra la California e l'Italia

Sergio Caputo vive fra la California e l’Italia.  L’autore di canzoni entrate nella storia come “Un sabato italiano”, “Il Garibaldi Innamorato”, “Non bevo più Tequila”, che ha scritto anche un romanzo per la Mondadori dal titolo “Disperatamente (e in ritardo cane)”, ha ripreso a dedicarsi alla sua passione della vita – la pittura – e sta preparandosi per una mostra entro l’anno. Nel frattempo ha prodotto, per il 150º anniversario dell’Unità d’Italia, un Remix de “Il Garibaldi Innamorato” a cura di Caputaglia, sta producendo un nuovo cantautore di nome Fraska e scrivendo i brani per il suo nuovo album.

Il viaggio più bello che hai fatto?

Ultimamente, Cina, a Pechino per alcuni giorni e per un concerto.

Un posto dell’Italia che ami particolarmente?
La zona dei laghi fra Iseo, Garda, Maggiore e Como.

Qual è il tuo compagno di viaggio ideale?
Il mio amore, Cristina.

Una meta dove sogni di andare
I Caraibi.

Ti piace viaggiare zaino in spalla o con valigia grande al seguito?
Se posso, uso solo lo zaino.

Sei più un viaggiatore comodo o last minute ?
Ambedue. I miei viaggi sono sempre programmati con un certo anticipo, ma spesso capita di dover decidere all’ultimo secondo, ed è più divertente.

Mare o montagna?
Mare …. e oceano.

Cosa non manca mai nella tua valigia?
Un piccolo registratore per poter comporre anche nei luoghi più impensati.

Intervista a Sergio Caputo, il Garibaldi innamorato