In visita alle rovine di Petra con Obama

Il Presidente americano, per 4 giorni in Medio Oriente, è stato come un semplice turista, nell'antica città della Giordania

Proprio come un semplice turista il Presidente Americano Barack Obama si è fermato ad ammirare i tesori di Petra, durante la sua visita ufficiale in Giordania. Conclusi gli incontri ufficiali Obama è stato condotto in elicottero a visitare le rovine dell’antica città di Petra, le meraviglie scavate nella roccia rosa, antiche di 2.000 anni, richiamano ogni anno mezzo milione di visitatori.

Contemplando queste architetture, scavate nella montagna, ha esclamato: "E’ davvero spettacolare". Le facciate degli edifici che si ergono fino al cielo sono considerati un capolavori dell’antichità. Sono per la maggioranza sepolcri ricavati appunto dalla roccia, tipica di quelle zone, arenaria policroma, contraddistinta da sfumature di colore che vanno dal giallo ocra al rosso fuoco al bianco.

L’antica città dei Nabatei ospitò fino a un’epoca recente alcune famiglie beduine, è divenuta meta molto popolare dopo il film Indiana Jones e l’ultima crociata, proprio perché lì furono girate alcune scene memorabili. L’ingresso al sito archeologico avviene attraverso una lunga e profonda fessura nella roccia chiamata Siq, da qui si apre lo sguardo verso quaranta edifici nello stile "assiro".

Per raggiungere Petra anche Obama è partito dalla capitale della Giordania, Amman, da cui dista 250 km. Vicino al sito archeologico ci sono strutture ricettive di ogni categoria e livello, ottima base di partenza per visitare Petra.

In visita alle rovine di Petra con Obama