Tulum, un hotel a tempo sulla spiaggia

Capanne di paglia con portico privato e amache affacciate sul mare dei Caraibi. C'è tempo fino a maggio per alloggiare nel pop-up hotel del Messico

Stanchi dei grandi resort con centinaia di camere, animazione 24 ore su 24 e buffet che vi obbligano a sgomitare? Ecco un indirizzo dove la calma e il relax la fanno da padrona. L’idea è di un gruppo hotelliero di Berlino ed è l’indirizzo ‘cult’ di chi desidera tracorrere una vacanza sulla Riviera Maya, in Messico. A Tulum, all’ombra delle antiche rovine e a solo un’ora di strada da Cancun (dove atterrano i voli internazionali), è sorto un pop-up hotel, un albergo a tempo davvero originale. Il Papaya Playa Project è formato da 99 capanne di bambù con tetto di paglia, arredate in stile minimal e quasi tutte con un portico privato e un’amaca per godersi al massimo un tramonto rosso fuoco e la brezza marina. Le capanne sono immerse nella foresta che si affaccia direttamente sulla lunga spiaggia bianca di Tulum, con ombrelloni e lettini a disposizione degli ospiti. Il Papaya ha anche un fornitissimo bar che è l’estensione di un celebre locale berlinese, il Bar 25, dove vengono organizzate feste nelle notti di luna piena. Inoltre, ha una Spa dove praticano trattamenti sciamanici. L’hotel è aperto da qualche mese e il 5 maggio prossimo chiuderà i battenti. Se partite ora fate ancora in tempo a vederlo!

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tulum, un hotel a tempo sulla spiaggia