Holi, il Festival del colore in India

Si celebra ogni anno nel mese indù di Phalguna, il giorno della luna piena, che corrisponde all'inizio della Primavera

E’ una festa che dura tre giorni in cui folle di giovani, vecchi, bambini giocano cospargendosi di polveri coloratissime miste ad acqua. Città, villaggi e anche campagne sembrano immerse in un Carnevale collettivo.

I riti di Holi in India sono la testimonianza dei colori e della gioia che arrivano con la Primavera. Per partecipare a questo festival ci sono luoghi da prediligere, per vivere l’esperienza in un modo esclusivo. Dai rituali tradizionali che si svolgono nei templi alle feste in discoteca.

Luoghi ideali sono Mathura e Vrindavan, due città sacre legate alla figura di Krisna che distano quattro ore da Delhi, nei giorni che precedono la festa, cantori e danzatori si esibiscono proprio vicino alla divinità. A Jaipur la festa è caratterizzata dalla sfilata degli elefanti, dipinti e decorati con colori folkloristici. Nella regione di Purulia i turisti potranno integrarsi con i locali in esibizioni di danze e canti rituali.

Per chi preferisce feste moderne il luogo di elezione è il Holi Cow festival, dove tutti vivranno un esperienza unica al mondo di coinvolgimento nei ritmi e colori dei ragazzi più giovani. Anche a Shantiniketan si fondono gli aspetti sacri con il folklore locale.

Per vivere invece soltanto l’aspetto sacro della festa, lontano dal caos e dalle feste popolari, conviene restare nel Sud dell’India, dove è bandita l’esagerazione e si mantiene un contegno solenne.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Holi, il Festival del colore in India