Guida Usa: “Gay, non andate in Sicilia!”

La celebre guida di viaggi americana Frommer's dissuade la comunità omosessuale ad andare in Sicilia, ma consiglia i luoghi imperdibili dell'isola

Negli Stati Uniti è un’istituzione delle guide di viaggio. La Frommer’s ha appena pubblicato la quinta edizione di una guida turistica sulla Sicilia in cui invita la comunità omosessuale a evitare di visitare la nostra isola dove l’atteggiamento nei confronti dei gay sarebbe "medievale". Preferibili per i gay sono Capri, ritenuta "la capitale balneare dei gay", Venezia e le città del Nord Italia, specialmente Milano, Roma e Firenze.

La notizia è stata riportata da Corriere.it che ricorda come ‘l’Italia dal 1861 abbia una legislazione piuttosto liberale riguardo all’omosessualità’ e cita una frase della Frommer’s che farà discutere: "la Sicilia rimane una delle maggiori roccaforti dell’omofobia in Europa".

La guida consiglia comunque di non rinunciare a un viaggio in Sicilia e di non perdersi una tappa fondamentale a Taormina. Tra le altre esperienze consigilate ci sono la visita di Stromboli "la più spettacolare dell’arcipelago delle Eolie", le Gole dell’Alcantara, un meraviglioso canyon ai piedi dell’Etna, l’antica città di Erice, in provincia di Trapani, il rione storico di Palermo, La Kalsa, le Catacombe dei Cappuccini e il Parco Naturale Regionale delle Madonie.

Non mancano le spiagge da vedere. Secondo la Frommer’s le più belle sono Mondello, Marina di Ragusa, i Giardini Naxos e Lido Mazzarò, entrambi a Taormina, le Mortelle, vicino a Messina, e la spiaggia delle Sabbie Nere sull’isola di Vulcano.

Ecco quali sono le spiagge più belle della Sicilia.

Guida Usa: “Gay, non andate in Sicilia!”