La Francia riapre al turismo: i castelli della Loira di nuovo visitabili

Riapre la Francia con i magnifici castelli della Loira che possono essere di nuovo apprezzati dai visitatori

C’è una buona notizia per il turismo che, piano piano, inizia a vedere finalmente la luce in fondo al tunnel. Riapre la Francia e riaprono i castelli della Loira. La prefettura di Indre-et-Loire ha, infatti, autorizzato una trentina tra i siti più famosi della regione a riprendere l’attività: il suggestivo Castello di Chenonceau, il Castello reale di Amboise, ultima dimora di Leonardo da Vinci, il castello con i giardini di Villandry, la fortezza reale di Chinon e il castello e i giardini di Le Rivau, solo per citarne alcuni per quando #torneremoaviaggiare.

Una ventata di ottimismo per la ripartenza, con percorsi adattati per garantire ai visitatori la massima sicurezza e, nello stesso tempo, permettere di ammirare di nuovo i celebri castelli e i parchi storici, mete da sempre apprezzate dal turismo internazionale.

La Valle della Loira, dichiarata Patrimonio Unesco, custodisce tra le sue verdi vallate oltre 300 castelli, simboli di eleganza e raffinatezza, che sorprendono per la loro magnificenza e trasportano in un’atmosfera d’altri tempi, dal Medioevo al Rinascimento, e si inseriscono nell’ambiente circostante con i loro curati giardini e limpidi specchi d’acqua.

Eredità di re, ricchi cortigiani e nobili che dal X secolo elessero questa magnifica regione come meta prediletta per le loro vacanze, i castelli e i loro lussureggianti parchi vennero progettati dai migliori artisti e paesaggisti del mondo e conobbero personalità di spicco della Storia come il già citato Leonardo da Vinci, Caterina de’ Medici, Cartesio, Riccardo I d’Inghilterra e Giovanna d’Arco.

Luoghi carichi di storia, 20 dei castelli appartengono alla rete Grands Sites du Val de Loire e sono tra i più celebri e visitati della regione: il Castello reale di Blois, che apre le porte della valle e affascina con la sua ricchezza architettonica, il Castello di Cheverny, circondato da un incantevole parco botanico, il Castello di Chenonceau, il secondo più visitato di Francia dopo la Reggia di Versailles, e l’imperdibile Castello di Amboise, uno dei più ampi della Loira e importante protagonista della storia della nazione, cenacolo di artisti come il grande Leonardo.

Oltre alle magnifiche residenze, la Valle è uno scrigno di bellezze paesaggistiche con scorci mozzafiato, Riserve Naturali Regionali ed è perfetta per un viaggio enogastronomico alla scoperta dei grandi vini che qui maturano.

Una delle esperienze più entusiasmanti e indimenticabili di Francia.

castelli loira

Castello Chambord, Fonte: iStock, Ph JoseIgnacioSoto

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La Francia riapre al turismo: i castelli della Loira di nuovo visitabi...